Cibi acidi fanno invecchiare pri…

"I cibi consumati dalla m…

Nanofibre per deviare cellule ma…

Un gruppo di ricercatori …

Salmonella: ceppo batterico supe…

Dopo l'allarme E.coli, il…

Dopo i 35 anni gestazione con me…

Le donne che partoriscono…

Lente acustica per 'bombardare' …

[caption id="attachment_6…

Rene artificiale da cellule stam…

Ricercatori scozzesi dell…

Fibrosi cistica e ricerca: il fr…

La bassa temperatura per …

Malaria: super molecola arriva c…

[caption id="attachment_8…

Epatocarcinoma: perche' gli uomi…

[caption id="attachment_7…

Medtronic è tra le aziende più i…

Milano, 24 febbraio 2017 …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Trapianti dal 2013 grazie ad animali geneticamente modificati

Un trial clinico di trapianto di cornea dal maiale all’uomo potrebbe avere luogo gia’ per l’inizio del 2013.

La carenza di organi umani da trapiantare sta inducendo in questi ultimi anni gli scienziati a indagare sempre di piu’ le strade dello xenotrapianto, cioe’ del trapianto di organi di origine animale nell’uomo. Organi che, naturalmente, siano tali da scatenare le minori reazioni possibili di rigetto del sistema immunitario del ricevente.

Come si legge sulla rivista The Lancet, gli scienziati della Pittsburgh University dichiarano oggi di avere concrete speranze di “arrivare a dei maiali geneticamente modificati entro due-tre anni: questi animali potranno offrire cellule e cornee da trapiantare nell’essere umano”.

Gli ultimi studi condotti sugli animali hanno finora mostrato che i trapianti di grandi organi, come polmoni, cuore o reni, di solito possono presentare alcuni problemi dovuti all’eccesso di sanguinamento o alla for mazione di coaguli, ma gli studiosi sperano di riuscire, mediante l’ingegneria genetica, a superare anche questi ostacoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: