Chili di troppo che si ereditano…

I chili di troppo si ered…

Prima colazione: tutti gli strat…

"Prima colazione? Non ri…

Dolore cronico nei pazienti anzi…

Tecniche di comunicazione…

Riserva ovarica e gene guardiano…

La sovraespressione del…

AIDS: nuovo approccio per combat…

Identificato il meccanis…

Stress ossidativo: Telethon svel…

Dalla ricerca Telethon su…

Autismo: stimolazione cerebrale …

La stimolazione cerebrale…

L'osservatorio Federsalus lancia…

Per gli abitanti del Bel …

Vitamina D3, cistatina e tumori …

[caption id="attachment_1…

Quando i bruciori allo stomaco n…

La pirosi frequente -…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Asma: alcuni farmaci anti-colesterolo possono inasprirne i sintomi

I sintomi dell’asma possono peggiorare a causa delle statine impiegate per tenere sotto controllo il colesterolo. E’ quanto emerge da uno studio presentato nel corso dell’American College of Allergy, Asthma, and Immunology che si conclude oggi a Boston (Stati Uniti).

I ricercatori affermano che l’esito dello studio, condotto su 40 pazienti fumatori e asmatici da almeno 5 anni, contraddice i risultati di studi precedenti da cui emergeva, al contrario, che il potere anti-infammatorio delle statine portasse giovamento, oltre che ai livelli di colesterolo, anche ad altri disturbi come, appunto, l’asma.


Dallo studio e’ emerso che i soggetti asmatici e con problemi di colesterolo che avevano assunto le statine hanno fatto registrare test della funzionalita’ polmonare peggiori del 35% rispetto all’inizio dello studio, contro il 14% del gruppo di controllo. Gli esperti raccomandano ai pazienti asmatici, dati i risultati contraddittori sull’argomento, di comunicare al medico dell’eventuale comparsa di problemi con il colesterolo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi