Mini-Cervello umano in provetta:…

A partire da staminali …

Colesterolo: derivato da ormoni …

[caption id="attachment_6…

Idrocolonterapia: messi in dubbi…

L'idrocolonterapia, metod…

Flora batterica intestinale: per…

Due convegni a Roma promu…

Farmaco anti-ulcera: cosi’ abort…

[caption id="attachment_1…

HIV: una nuova terapia per il tr…

Una nuova sperimentazione…

Anemia renale: SIN, terapia spec…

Il coinvolgimento del paz…

Meditazione meglio delle cure fa…

La meditazione sembra ess…

Allo studio un fungo termofilo p…

Gli scienziati hanno reso…

TUMORE AL POLMONE: A BOLOGNA NUO…

[caption id="attachment_2…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Esperti BPCO: “Serve fondo nazionale lotta al tabacco”.

“I nostri sforzi oggi sono protesi a realizzare almeno due grandi obiettivi: sviluppare la rete dei Centri specializzati nel trattamento del tabagismo in ogni regione e in ogni Asl, e creare un fondo nazionale per la lotta al tabacco, come avviene in Inghilterra, con un investimento di almeno 1 euro a cittadino, per consentire le campagne mediatiche continue che invitino i giovani a non cominciare e incoraggino i fumatori a consultare i Centri tabagismo”.

Lo ha detto Giacomo Mangiaracina, presidente Società Italiana Tabagismo, Sitab-Unitab nel corso della VI Conferenza Nazionale sulla Bpco (Broncopneumopatia cronico ostruttiva) “Quale futuro per i pazienti Bpco – Rapisci il tuo Respiro”, organizzata dall’Associazione Italiana Pazienti Bpco Onlus.

In Italia il fumo uccide oltre 70.000 persone ogni anno, di cui 30.000 solo per tumore al polmone. Se si considerano i 5.000 morti anno per incidenti stradali si capisce la rilevanza del problema. Nonostante le avvertenze sui pacchetti, 12 milioni di persone in Italia fumano circa 70 miliardi di sigarette l’anno. “L’epidemia da tabacco è la peggiore calamità che l’umanità si sia tirata addosso dopo le grandi pestilenze del passato”, conclude Mangiaracina.
Il Sole 24 Ore

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi