Dalle onde cerebrali si leggono …

[caption id="attachment_9…

Nuova SARS: molecola impedisce l…

Alcuni scienziati della F…

Progetto Behta, 80 specialisti d…

Napoli, 16 Aprile – Sono …

Gambe senza riposo: dagli oppioi…

La “Restless Legs Syndrom…

Test genetici: il lato negativo …

Le analisi mediche de…

Encode: il progetto che fa luce …

I primi risultati del pro…

Chip terapeutici, che si dissolv…

Costruiti con componenti …

"Cuore Matto" per due calciatori…

(Adnkronos Salute) - Cont…

Fibrosi polmonare idiopatica: nu…

L'Ospedale San Camillo Fo…

Influenza e bambini: si puo' cur…

[caption id="attachm…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

HIV: studio dimostra dove il virus risulta vulnerabile agli anticorpi

Identificata la regione dell’Hiv presa di mira da un anticorpo in grado di neutralizzare diversi ceppi del virus. Si tratta di una porzione – chiamata V1/V2 – delle strutture proteiche che si estendono all’esterno dell’agente virale.

In particolare, l’anticorpo PG9 – prodotto da alcuni individui dopo qualche anno di infezione da parte del virus – si lega a due zuccheri e a una breve sequenza di aminoacidi localizzata su queste strutture proteiche. Secondo gli autori della ricerca, guidati da Peter Kwong del Vaccine Research Center del National Institute of Allergy and Infectious Diseases statunitense, la regione V1/V2 potrebbe essere il bersaglio di un potenziale vaccino contro l’Hiv. Lo studio e’ pubblicato su Nature.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x