Innovazione in campo nutrizional…

Il test genetico e l’inte…

Diabete: quali sono i legami con…

Ci sarebbe un legame tra …

Arriva il contraccettivo dei cin…

[caption id="attachment_8…

Il meccanismo che decide la fine…

I ricercatori del Sanford…

Carenza di ferro e anemia: nel m…

Diete sbagliate e disturb…

Il colore dei capelli 'estratto'…

E' possibile grazie all'i…

Il Consiglio di Stato conferma c…

Roma, 11 marzo 2013 - “Fa…

Cervello: la precarietà della ma…

L'instabilita' della …

Quando il dentista è in vacanza …

Dal dottor Marco Turc…

Scoprire e trattare l’intolleran…

Milano, 16 dicembre 2013 …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

HIV: studio dimostra dove il virus risulta vulnerabile agli anticorpi

Identificata la regione dell’Hiv presa di mira da un anticorpo in grado di neutralizzare diversi ceppi del virus. Si tratta di una porzione – chiamata V1/V2 – delle strutture proteiche che si estendono all’esterno dell’agente virale.

In particolare, l’anticorpo PG9 – prodotto da alcuni individui dopo qualche anno di infezione da parte del virus – si lega a due zuccheri e a una breve sequenza di aminoacidi localizzata su queste strutture proteiche. Secondo gli autori della ricerca, guidati da Peter Kwong del Vaccine Research Center del National Institute of Allergy and Infectious Diseases statunitense, la regione V1/V2 potrebbe essere il bersaglio di un potenziale vaccino contro l’Hiv. Lo studio e’ pubblicato su Nature.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!