Videocapsule potrebbero sostitui…

[caption id="attachment_1…

Ancora un mese per partecipare a…

Con 500.000 persone col…

Psoriasi: rischia l'insorgenza d…

Le persone affette da for…

Boehringer Ingelheim inizia uno …

Primo studio registra…

Resveratrolo, e l'efficacia cont…

Un composto polifenolico,…

La multipla personalita' dei gen…

[caption id="attachment_5…

Scienziati spiegano come le cell…

La questione di come sing…

Parto naturale stimola nella don…

Il parto naturale, a diff…

Mammografia: in grado di dimezza…

Vincere il cancro del sen…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Le sigarette compromettono la funzione delle cellule pancreatiche

Le sigarette compromettono la funzione delle cellule del dotto pancreatico, anche in coloro che hanno smesso di fumare, mettendo tutti i fumatori a rischio di invalidare la funzione digestiva, indipendentemente da eta’, sesso e abuso di alcol.

Il risultato arriva da uno studio presentato durante l’American College of Gastroenterology (ACG), storico appuntamento scientifico annuale a Washington negli Stati Uniti. Secondo la ricerca le donne corrono un pericolo in piu’. Nell’indagine sul rapporto tra ricorso al fumo e il rischio di sviluppare neoplasie del colon-retto, le donne registrano, infatti, un’incidenza piu’ consistente rispetto agli uomini. Il dato suggerisce come l’impatto delle sigarette abbia un effetto piu’ lungo e duraturo sulla salute della popolazione femminile.

Nello studio, i ricercatori del Centro per la Malattia Pancreatica del Brigham and Women’s Hospital di Boston hanno valutato la funzione delle cellule del dotto pancreatico nei fumatori e nei non fumatori (attuali e passati). Centotrentuno soggetti adulti, 74 fumatori e 57 persone che non avevano mai fumato, sono stati sottoposti al test di funzionalita’ del pancreas. Il rischio di disfunzione delle cellule del dotto pancreatico e’ stato 56,78 per cento nei fumatori o ex e 26,32 per cento nei non fumatori. Risultati che segnalano un raddoppiamento dell’incidenza nei pazienti con una storia di fumo, sia attuale sia passata. Inoltre, i dati evidenziano come smettere di fumare precocemente apporti numerosi vantaggi alla salute degli individui con pancreatite cronica, sottolineando l’importanza per i medici di consigliare ai paziente di smettere di fumare il prima possibile. L’analisi ha incluso anche un ampio focus sul rischio di neoplasia avanzata al colon-retto che ha riguardato 2.428 pazienti maschi e femmine di eta’ superiore ai 45 anni che hanno smesso di fumare. Risultato? Il rischio di neoplasia avanzata e’ significativamente piu’ elevato per le donne rispetto agli uomini.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!