Legge 40 e diagnosi preimpianto:…

La Corte europea dei diri…

Custirsen per la cura del tumore…

Teva Pharmaceutical Indus…

Quando la rinite allergica è cau…

Di giorno raffreddore…

Mal di schiena per 7 adolescenti…

Per la prima volta in Ita…

CNR: nuovi microscopi con super-…

I ricercatori dell Istit…

Cancro alla prostata: la circonc…

La circoncisione potrebbe…

Cardo mariano: non solo per il f…

I farmaci chemioterapici …

Disfunzione erettile: sei uomini…

Almeno una volta nella vi…

Cancro allo stomaco: nemico di 1…

Nemico insidioso e sotto…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Poliomielite: serve un vaccino nuovo

La battaglia contro la poliomielite non e’ agli sgoccioli. Con l’attuale vaccino, contenente una variante viva del virus (l’Oral Polio Vaccine, OPV), il virus potrebbe infatti tornare a essere infettivo, e basterebbero delle mutazioni nell’1% del suo genoma a renderlo nuovamente contagioso.

A raccomandare di non sospendere le campagne di vaccinazione e’ Lester Shulman, esperto dell’Universita’ di Tel Aviv (Israele) e Ministro della Salute israeliano, secondo cui le autorita’ dovrebbero assicurare che vengano effettuate vaccinazioni sicure per la popolazione e che venga svolto un controllo continuo delle acque di scarico, attraverso le quali il virus puo’ diffondersi.


Shulman ha recentemente discusso del problema al convegno dell’Organizzazione Mondiale della Sanita’ sulla poliomielite, durante il quale ha anche sottolineato l’importanza di passare dal vaccino con la forma ”viva” del virus alla forma ”inattivata” (l’Inactivated Polio Vaccine, IPV).

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi