Il Silicio della birra che salva…

[caption id="attachment_5…

Test prenatale del sangue, per e…

Un nuovo test di laborato…

HIV: Terapia preventiva con anti…

Un team di ricercatori …

Dal direttore dell’AIFA parole i…

“Non si può che concordar…

Potenziare il Pap-test abbinando…

Potenziare il Pap-test co…

A Copenaghen si è conclusa la Co…

Il Presidente Onorario …

Nuovo studio pilota di Fase III …

Rivaroxaban a basse dos…

Autismo: la non-comunicazione tr…

[caption id="attachment_3…

Tra i fumatori il rischio di ost…

Ci sono voluti 20 anni p…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Asma: un quarto degli attacchi potrebbero essere evitati se si seguissero le prescrizioni mediche

Il 25 per cento degli attacchi gravi di asma potrebbe essere evitato se il paziente si attenesse con piu’ attenzione alle prescrizioni e raccomandazioni del suo medico. Uno studio pubblicato dalla rivista The Journal of Allergy and Clinical Immunology riporta infatti una forte correlazione fra l’aderenza alle prescrizioni farmacologiche dettate dal medico curante e la frequenza degli attacchi di asma.

”Nel 25 per cento dei casi in cui era prescritta l’inalazione di corticosteroidi, e questa veniva effettuata correttamente, si verificava una riduzione, che arrivava anche all’11 per cento, degli attacchi d’asma” ha spiegato Keoki Williams, direttore dell’Henry Ford’s Center for Health Policy and Health Service Research in Detroit, che ha condotto la ricerca. Gli scienziati hanno coinvolto nello studio 298 pazienti che sono stati seguiti in un periodo di tempo di due anni, durante il quale sono complessivamente incorsi in 435 attacchi di asma . L’uso dei corticosteroidi per inalazione varia nel corso del trattamento della patologia, a seconda dei cambiamenti nella natura episodica degli attacchi. Lo studio, comunque, dimostra che e’ possibile prevenire i sintomi dell’asma attenendosi rigorosamente alle prescrizioni mediche.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi