Cancro al seno: bloccando i rece…

Bloccando un recettor…

Osteoartrite: è forte la correla…

I telomeri, le porzioni …

Dolore: stop a FANS e COXIB nell…

Ridurre l’uso improprio d…

OSTEOPOROSI: POSSIBILE CONTRASTA…

I consigli dei medici nel…

GIUSEPPE MELE, PRESIDENTE FIMP: …

Roma, 27 Ottobre 2012 - "…

Geneticamente predisposti alla v…

Stare bene in salute, ave…

Modello "stocasico" di sintesi p…

Nel processo di sintesi d…

Trapianto autologo cellule stami…

Significativi i miglioram…

Trapianti di fegato: se parziali…

Il trapianto di fegat…

Morbo di Parkinson: ricerca vers…

Un team internazionale di…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Riprodotte le cellule dei vasi sanguigni

Un team di ricercatori dell’Universita’ di Cambridge e’ riuscito a riprodurre tutti i tipi principali di cellule che compongono le pareti dei vasi sanguigni.

La scoperta potrebbe contribuire alla creazione di vasi sanguigni in laboratorio per i chirurghi da impiantare semplicemente come alternativa al bypass al cuore e allo stenting. La creazione di vasi in laboratorio potrebbe anche essere usata per trattare pazienti in dialisi o per fissare le arterie danneggiate dopo gli incidenti per coloro che altrimenti potrebbero perdere un arto. I ricercatori hanno utilizzato cellule della pelle dei pazienti per creare diversi tipi di cellule vascolari. Sanjay Sinha, medico e docente di Cambridge che ha lavorato alla scoperta per quattro anni ha commentato: “Questa ricerca rappresenta un passo importante verso la possibilita’ di generare il giusto tipo di cellule utili a costruire nuovi vasi sanguigni. Siamo molto eccitati dal potenziale dello studio che potrebbe essere utilizzato per costruire un’arteria artificiale in una provetta o iniettando le cellule staminali nel cuore e formarla direttamente al suo interno. Ora abbiamo gli strumenti per progettare tutti i diversi tipi di vasi sanguigni appropriati per ogni paziente”.

La tecnica e’ risultata efficace nel 90 per cento dei test effettuati e sarebbe adatta alla produzione di vasi sanguigni su scala industriale, secondo quanto pubblicato su Nature Biotechnology. A differenza di alcuni precedenti tentativi di costruire vene, la nuova tecnica non ha bisogno di plasma – di solito prelevato da animali che possono contenere sostanze chimiche tossiche per l’uomo. Pertanto, il metodo ha pochi rischi per la salute e una minore probabilita’ di rigetto. (AGI)

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x