Epilessia e scoperta nuovo gene:…

Roma, 7 novembre 2012 - A…

isolate staminali del sangue 'pu…

Sono capaci di auto-rinno…

L'osteoartrite e il legame con l…

Esercizi e pasti regola…

Sindrome da deficit d'attenzione…

Dietro la Adhd, la sindro…

[comunicato stampa] Associazione…

[caption id="attachme…

La "luce in fondo al tunnel" del…

Circa il 20% di chi s…

"Foto" del cervello svelano con …

E' fra i complimenti più …

Due farmaci rivoluzionari per cu…

L'annuncio della sperimen…

Neuroprotesi più accurate e più …

In un nuovo articolo, un …

Parere positivo del CHMP per sim…

BEERSE, BELGIO – 24 marzo…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Apparentemente un semplice cerotto, in realtà un potentissimo strumento diagnostico di primo soccorso

Sviluppato un cerotto elettronico simile alla pelle in grado di diagnosticare problemi di salute e di segnalarli via wireless.

Lo ha messo a punto un team della University of Illinois ed e’ stato presentato nell’ambito del 243esimo meeting nazionale dell’Exposition American Chemical Society (ACS), la piu’ grande societa’ scientifica del mondo.
”I cerotti – ha detto John Rogers, primo autore della ricerca – permettono ai pazienti di superare la necessita’ di rimanere legati alle macchine degli studi medici o di rimanere confinati nella stanza di un ospedale per le ore di trattamento o di monitoraggio”.

Ogni anno sono centinaia di migliaia i pazienti in tutto il mondo che si sottopongono a elettroencefalogrammi, elettrocardiogrammi ed elettromiografici per controllare la salute dei loro cervelli, cuori e muscoli. ”Cosa ancora piu’ importante – ha spiegato – i test via wireless permetterebbero di avere un confronto tra i test effettuati in ambiente medico e quelli svolti durante lo svolgimento delle attivita’ quotidiane”. I cerotti elettronici hanno lo spessore di un capello umano, e potrebbero anche essere coperti con un tatuaggio temporaneo vero e proprio. ”In futuro – ha concluso il ricercatore americano – le tecnologie potrebbero permettere di trasmettere i dati dal cerotto al cellulare del paziente e, di qui, all’ufficio del medico” .

1 comment

  1. Pingback: Apparentemente un semplice cerotto, in realtà un potentissimo strumento diagnostico di primo soccorso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi