Alzheimer: il meccanismo della f…

Basta un piccolo errore n…

Vaccino universale: trovato un o…

Trovato un 'superanticorp…

Tumori del colon: la CRP puo' a …

[caption id="attachment_7…

FIMP - Dermatite atopica in età …

La FIMP: “C’è bisogno di …

Pseudomonas auruginosa: ecco le …

Il batterio inietta tos…

Fecondazione eterologa: Vademecu…

ROMA, 30 maggio 2014 – In…

Autostima: la prima cura prevent…

Avere fiducia in se stess…

Ipertensione: il protocollo farm…

Un paziente su quattro n…

La dieta mediterranea per le don…

Migliore salute e vita pi…

Crio-chirurgia con tecnica minii…

Un'equipe multidisciplina…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Gastroenterite: aumentano negli USA i casi annui di morte

Aumenta il numero di persone morte per gastroenterite. Negli Stati Uniti, fra il 1999 e il 2007 e’ piu’ che raddoppiato il numero delle persone che sono decedute in seguito a complicazioni derivanti da vomito da gastroenterite e diarrea.

Lo testimonia una ricerca diffusa dai Centers for Disease Control and Prevention durante la International Conference on Emerging Infectious Diseases di Atlanta che riguarda tutte le fasce di eta’ e ha mostrato cifre che sono passate da 7000 decessi annui a oltre 17000. Gli adulti con oltre 65 anni di eta’ sono risultati essere i piu’ colpiti, con l’83 per cento delle morti. Principalmente si tratta di malattie di origine virale, soprattutto addebitate a virus come il Clostridium difficile e il norovirus.

Per il C. difficile, un organismo patogeno associato spesso a strutture ospedaliere, si e’ passati da 2700 a circa 14.500 morti annui. Il norovirus, invece, ha fatto registrare fino a 800 morti all’anno, aumentando di circa il 50 per cento rispetto all’anno precedente negli anni in cui ci sono state epidemie causate da nuovi ceppi virali. Il norovirus e’ altamente contagioso e passa da una persona all’altra attraverso cibo, acqua e superfici contaminate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi