A PARUZZARO L’OPEN DAY “SALUTE D…

Il 22 ottobre screening g…

Anemia: gene essenziale in caren…

- Un team di ricercatori …

La prima volta che il DNA sintet…

Ci sono riusciti i ricerc…

Senescenza cellulare: non rappre…

Le cellule tumorali, inse…

Piastrine: studio CNR dimostra c…

Personalizzare i valori d…

Cellule in laboratorio: nuova te…

Coltivare in laboratorio …

Osservatorio oncogeriatrico: per…

La vecchiaia inizia a 70 …

Chemioterapia: esperti pronostic…

La chemioterapia sara' de…

AIDS: Laboratorio virtuale per a…

[caption id="attachment_…

Idrocolonterapia: messi in dubbi…

L'idrocolonterapia, metod…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: uno su tre di origine alimentare. LILT e la XI settimana di prevenzione

Informare, sensibilizzare e rendere tutti consapevoli che la prevenzione rappresenta oggi lo strumento piu’ efficace per vincere i tumori. A partire da una sana e corretta alimentazione. Una nutrizione sbagliata e’ infatti la causa maggiore dell’insorgenza del cancro: incide per ben il 35% dei casi. Per questo, fino al 25 marzo, si celebra l’XI edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, uno dei principali appuntamenti della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, istituito con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Prevenire, curare e guarire dal tumore si puo’, evidenzia la Lilt: ”Numerose pubblicazioni scientifiche dimostrano che un’alimentazione adeguata – povera di carne e ricca di alimenti vegetali – puo’ aiutarci a prevenire il cancro.

Come, per esempio, la nostra Dieta Mediterranea, celebre per le sue virtu’ salutari, modello nutrizionale riconosciuto in tutto il mondo e i cui ingredienti principali sono frutta fresca e verdura, pesce, legumi e olio extra vergine d’oliva, il re della Dieta Mediterranea, simbolo storico della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica della Lilt, alleato del nostro benessere per le sue qualita’ protettive, non solo nei confronti delle malattie cardiovascolari e metaboliche, ma anche per vari tipi di tumore”. Recentemente ”importanti studi scientifici hanno appurato che le persone che consumavano una quantita’ significativa di olio extra vergine d’oliva presentavano un rischio minore di sviluppare una neoplasia, in particolare dell’apparato digerente e del carcinoma della mammella”.

Quest’anno la Lilt celebra i suoi 90 anni di attivita’ a favore soprattutto della prevenzione e di impegno per diffondere sani e corretti stili di vita. Se oggi la guaribilita’ del cancro in Italia ha raggiunto percentuali del 60 % questo e’ grazie anche al ”lavoro” costante di migliaia di donne e uomini della Lilt.

Fino al 25 marzo saranno proprio i volontari della Lilt a mobilitarsi per essere presenti numerosi nelle maggiori piazze italiane e offrire la bottiglia di olio extra vergine di oliva – in cambio di un modesto contributo a sostegno delle attivita’ promosse dalla LILT e delle dotazioni di apparecchiature diagnostiche – assieme ad un utile opuscolo ricco di informazioni sui corretti stili di vita. I 395 Punti Prevenzione (Ambulatori) LILT resteranno aperti e medici, operatori sanitari, volontari saranno a disposizione di tutta la popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: