Glicemia: nuovo sistema per misu…

Le persone ammalate di di…

AboutPharma Digital Awards 2016,…

Milano, 27 ottobre 2016 –…

Parassiti patogeni, hanno un tra…

La struttura che plasmodi…

Il fumo passivo, provato, aumen…

[caption id="attachme…

Artrite reumatoide: passi avanti…

Scienziati all'Università…

FIBRE ALIMENTARI “Un prezioso al…

Roma,  giugno 2013. Al 73…

HIV: scoperto come il virus "att…

Tra le numerose conseguen…

Radioterapia al cervello: nessu…

La radioterapia al cervel…

Innovazione nel trattamento del …

Clinici da tutta Italia…

Alzheimer: ingredienti ad hoc ch…

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

La differenza di genere esiste anche nella salute? Se ne parla al quarto appuntamento di “Leggi in salute” di Sanofi

La differenza di genere nel mondo del lavoro, nell’accesso alle cure e nelle politiche sanitarie è al centro del quarto appuntamento di “Leggi in Salute”, iniziativa ideata e realizzata da Sanofi, gruppo farmaceutico impegnato a proporre, attraverso la lettura, un “Think Tank” su tematiche di interesse per il sistema Paese

 

L’appuntamento è per martedì 20 marzo, ore 19.30 presso Palazzo Santa Chiara a Roma

 

Roma, 19 marzo 2012Il quarto appuntamento di “Leggi in Salute”, in programma martedì 20 marzo, ore 19.30 presso Palazzo Santa Chiara di Roma, offre l’occasione di fare il punto sul progetto di vita della donna in questa epoca, ma anche di affrontare tematiche di grande interesse in ambito sociale, quali la medicina di genere, l’accesso alle cure e le politiche sanitarie per la donna. Aspetti che, per molti versi, sono ancora tutti da esplorare in Italia, nonostante esista una sempre più specifica attenzione delle Istituzioni e delle autorità sanitarie.

 

Ancora una volta “Leggi in salute”, progetto ideato e realizzato da Sanofi, con il patrocinio del Senato della Repubblica e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, utilizza un format originale che trae ispirazione da un’opera letteraria per avviare un’ampia riflessione su temi di grande interesse dal punto di vista sociale. Lo spunto in questa occasione è offerto dal libro “Donne che cambiano. Carriera, famiglia, qualità della vita: dati e storie vere” di Paola Poli, psicologa, esperta di dinamiche professionali femminili in ambito aziendale. Il volume edito, da Franco Angeli, fornisce una fotografia di come è cambiata la situazione della donna in Italia, con qualche confronto sull’estero.

La presentazione del volume, a cura dell’autrice, sarà seguita da un dibattito aperto al pubblico che, sotto la guida del giornalista Franco di Mare, vedrà l’intervento ad apertura dei lavori di Laura Bruno, Direttore Risorse Umane Sanofi Italia, e la partecipazione di diversi esponenti politici e rappresentanti delle istituzioni, tra cui Laura Bianconi (Senatrice PdL), Patrizia Ravaioli (Direttore Generale CRI), Mariapia Garavaglia (Senatrice PD), Monica Bettoni Brandani (Direttore Generale ISS). È stata invitata anche la Presidente della Regione Lazio Renata Polverini. Alla serata prenderà parte inoltre l’attore Pierfrancesco Poggi, per arricchire il dibattito con alcuni interventi artistici.

 

“Sanofi, nell’ottica di azienda responsabile nella salute, si pone l’obiettivo di favorire il dialogo tra esperti, istituzioni, cittadini, associazioni e pazienti. – spiega Angelo Zanibelli, Direttore Comunicazione e Relazioni Istituzionali di Sanofi Italia Offrire l’opportunità di discutere della donna anche nel mondo della salute significa contribuire alla crescita di una cultura che può favorire il sistema salute e del welfare e quindi anche del sistema Paese. Del resto, come ha affermato l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la salute delle donne è il paradigma dello stato di salute dell’intera popolazione”.

 

L’iniziativa si inserisce nella visione strategica di Sanofi, che si propone come “aggregatore” per chi intende sviluppare tematiche sociali importanti come quella del ruolo della donna, attualmente nelle agende della politica europea e italiana. Proprio recentemente il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione sulla parità tra uomini e donne nella Unione Europea che si sofferma anche sulla medicina di genere. Anche in Italia, diverse sono state le mozioni bipartisan presentate per sensibilizzare il Governo ad inserire negli obiettivi strategici del prossimo piano sanitario nazionale la promozione ed il sostegno proprio della medicina di genere. Infatti, ancora troppo spesso la medicina parla al maschile: basti pensare, ad esempio, che solo negli ultimi anni sono stati sviluppati studi clinici espressamente mirati al corpo della donna. Tutto questo nonostante le donne, mediamente, presentino specifiche differenze legate alla stessa struttura del corpo.

 

Il progetto “Leggi in Salute” partito lo scorso anno prevede complessivamente un ciclo di sei incontri, due dei quali sono in programma nei prossimi mesi. L’iniziativa rappresenta una novità nel panorama culturale nazionale perché trae spunto da opere letterarie, alcune selezionate tra i finalisti del “Premio Letterario sulla Salute” promosso dall’Osservatorio Sanità e Salute, per affrontare tematiche di grande rilevanza sotto l’aspetto scientifico, sanitario e sociale.

 

 

Sanofi in Italia

Sanofi in Italia è la prima realtà industriale farmaceutica a livello nazionale, con oltre 3.000 collaboratori, di cui 1.400 negli stabilimenti con sede ad Origgio (VA), Garessio (CN), Anagni (FR), Scoppito (AQ) e Brindisi, dove vengono confezionati farmaci destinati ai mercati internazionali, nei 5 continenti, cui si aggiunge lo stabilimento produttivo Merial (Divisione Salute Animale del Gruppo Sanofi) situato a Noventa Padovana (PD).

La Ricerca & Sviluppo Sanofi è presente in Italia con un’attività articolata che va dalla ricerca di base preclinica, allo sviluppo clinico della molecola, fino alla ricerca biotecnologica svolta nei laboratori di Brindisi.

A Milano ha sede il quartier generale Sanofi Italia.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!