Diabete: scoperti altri 10 nuovi…

Dieci nuove aree del Dna …

Beta-amiloide associata alla rig…

I depositi di beta amilo…

La risposta dell'insulina e la s…

Vivere contro l'orologio …

Breve digiuno pre-trattamento re…

Uno studio coordinato dal…

Dolore ortopedico, necessaria un…

Roma, 8 Giugno – Il dolor…

Autismo: disordine causato dalla…

Un gruppo di scienziati d…

Il piccolo 'zebrafish' ha permes…

[caption id="attachment_7…

Steatoepatite: assolto il frutto…

Il consumo di fruttosio n…

Infertilita' maschile: simposio …

IX CONGRESSO DELLA SOCIET…

Addio embrioni: la chimica dalla…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vitamina D efficace contro dolori mestruali: a rilevarlo è uno studio italiano

Le donne che soffrono di crampi mestruali possono trovare sollievo grazie alla vitamina D3. A scoprirlo e’ stato uno studio dell’Universita’ di Messina, coordinato da Antonino Lasco e pubblicato sulla rivista Archives of Internal Medicine.

A firmare l’articolo sono stati anche gli italiani Antonio Catalano e Salvatore Benvenga. Gli scienziati potrebbero aver trovato un’alternativa efficace agli antidolorifici e alle pillole anticoncezionali per combattere un problema molto diffuso fra le donne in eta’ fertile. Anche se gli antidolorifici e le pillole anticoncezionali possono aiutare a combattere il dolore, questi farmaci hanno effetti collaterali e non sono quindi una soluzione ideale per trovare sollievo a lungo termine.


L’uso di un integratore alimentare risolverebbe tutti questi problemi. La vitamina D e’ nota per diminuire la produzione di molecole infiammatorie, chiamate citochine, cosi’ come gli ormoni chiamati ‘prostaglandine’, che gli scienziati ritengono essere una delle cause principali di questi crampi dolorosi. Cosi’ i ricercatori italiani hanno deciso di andare piu’ a fondo. Hanno quindi somministrato a 40 donne con mestruazioni dolorose una dose di 300mila UI di vitamina D3. All’inizio dello studio tutte le donne avevano bassi livelli di vitamina D nel sangue. Due mesi dopo aver assunto la dose di vitamina il dolore d elle donne e’ sceso di 2,3 punti su una scala che va da 0 a 10 e nessuna di loro ha preso antidolorifici. Al contrario, il 40 per cento delle donne a cui i ricercatori hanno dato del placebo, come gruppo di controllo, non hanno segnalato alcuna riduzione del dolore e hanno continuato ad assumere farmaci antidolorifici. “Abbiamo osservato – ha spiegato Lasco – una significativa riduzione del dolore nel gruppo che ha assunto la vitamina D rispetto al gruppo del placebo nel corso dei due mesi di durata del nostro studio”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi