Quattromila composti chimici nel…

Il database è accessibile…

Alzheimer: fibrille proteine tau…

Le malattie del cervello …

Una Farmacopea con meno burocraz…

L’Istituto Superiore di…

Memoria e capacità cognitive: il…

Secondo un nuovo studio i…

Tumori al rene: promettente la r…

Uno studio verifica la si…

Dolore: i medici potranno sentir…

L'arma segreta dei grandi…

ADUC: USA stanzia 4,5 mld per un…

NeoStem, con base nel New…

Colite ulcerosa: ingerire dei ve…

[caption id="attachment_1…

Biotecnologie dedicate al "sorri…

Secondo un vecchio detto,…

Leucemia linfoblastica acuta phi…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Dati Censis: Tac e RX grande richiesta nel privato, per l’attesa ridotta ad un quarto, ma costano il triplo

Boom del privato per Tac, ecografie, mammografie, Rx. Nel periodo 2005-2011 è infatti triplicata la percentuale di persone che hanno effettuato nel corso dell’anno accertamenti tramite la diagnostica per immagini in strutture private a pagamento intero.

Lo evidenzia una ricerca realizzata dal Censis per Assobiomedica, presentata oggi a Roma.
Si è passati dunque dal 5,6% del totale delle persone che hanno eseguito accertamenti medici privatamente nel 2005 a oltre il 18% nel 2011.

Ci si rivolge alle strutture private perché nel pubblico le liste d’attesa sono troppo lunghe: occorrono in media 58 giorni per accedere ad accertamenti tramite la diagnostica per immagini, contro i 38 giorni necessari nelle strutture private convenzionate e i 15 giorni appena nelle strutture private. Ma se nel privato a pagamento intero il tempo d’attesa è pari a un quarto rispetto al pubblico, i costi sono pari a più del triplo.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!