La peridurale altera i ritmi del…

L'anestesia peridurale ac…

Paradontiti curate con cellule s…

Denti a rischio caduta pe…

Con padre anziano figli più espo…

I padri che concepiscono …

‘Bisturi In Fuga’, Anche I Chiru…

Nel 2024 Mancheranno I Ch…

Mastectomia: le staminali impieg…

Non è un trauma che lasci…

Tumori: la fluorescenza segnaler…

Le cellule cancerose resi…

Papilloma virus a rischio cancro…

La campagna avviata nel 2…

Nuovo metodo di coltura delle st…

[caption id="attachme…

Dolore umano: identificato nuovo…

[caption id="attachment_1…

Sindrome TAR: bassi livelli di p…

Un team europeo di scienz…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

H5N1: identikit di un supervirus, pubblicato su Nature

Pubblicato sulla rivista Nature uno dei due studi che nei mesi scorsi aveva sollevato diverse polemiche per aver creato in laboratorio una“super-versione” mutante del virus dell’influenza aviaria, l’H5N1, in grado di diffondersi con facilità tra i mammiferi.

La ricerca, firmata da Yoshihiro Kawaoka dell’Università del Wisconsin-Madison (Usa), insieme a unostudio parallelo condotto sullo stesso argomento da Ron Fouchier dell’Erasmus Medical Centre di Rotterdam (Olanda), è stata accusata di favorire potenzialmente il bioterrorismo. Il National Science Advisory Board for Biosecurity statunitense, dopo i controlli effettuati in seguito alle polemiche, ha dato il via libera alla pubblicazione di entrambe le ricerche, rispettivamente sulle pagine di Nature e di Science, lo scorso aprile.
Il virus ottenuto unisce la mortalità del virus dell’aviaria (un tasso di decessi del 60%) e la rapidità di contagio della suina (la pandemia influenzale del 2009).


Dai due esperimenti emerge che la distanza fra un normale virus dell’aviaria o della suina e il supervirus ottenuto dagli scienziati è breve: si tratta di 4 mutazioni del genoma nel caso dell’esperimento del Wisconsin e di 5 in quello di Rotterdam. Il timore è che ciò che in laboratorio è stato ottenuto con relativa facilità possa prima o poi accadere spontaneamente in natura.(Salute – Il Sole 24)

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi