Cuore infartuato si ripara con i…

Piccole molecole di RNA (…

Incostituzionalità del divieto d…

“Siamo ora pronti a prose…

Il disagio dell’incontinenza si …

L’importante è non nascon…

I produttori europei di equivale…

Solo attraverso una pol…

Alti livelli di uno specifico or…

Alti livelli di uno speci…

Tumore al pancreas: nuovo metodo…

Un gruppo di ricercatori …

Autostima: la prima cura prevent…

Avere fiducia in se stess…

Cervello: prima volta mappata l'…

Un nuovo studio effettuat…

Innovazione in contraccezione Zo…

Una nuova pillola anticon…

Virus Emergenti, il ritorno di p…

Milano, 30 maggio 2013 – …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Isolato il gene responsabile di una comune malattia congenita

Scoperto da ricercatori della Facolta’ di Medicina e chirurgia dell’Universita’ Cattolica di Roma il gene responsabile di una malattia congenita chiamata ”sindrome da delezione 17q21.31”, tra le piu’ comuni patologie di natura genetica. Si tratta del risultato messo a segno dall’e’quipe di Marcella Zollino, professore associato presso l’Istituto di Genetica medica dell’Universita’ Cattolica, e pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature Genetics.

Il gene responsabile si chiama ”KANSL1” e produce una proteina importante nella regolazione dell’attivita’ di altri geni. Se la proteina KANSL1 e’ in quantita’ dimezzata rispetto al normale, come conseguenza della perdita completa del gene o di una mutazione a suo carico, a cascata risulta deregolata l’attivita’ di molti altri geni importanti per lo sviluppo, portando alla sindrome.


Questa e’ caratterizzata da ritardo dello sviluppo psicomotorio, ritardo di crescita nell’eta’ infantile, tipiche caratteristiche facciali e possibili difetti e disturbi aggiuntivi, quali epilessia, cardiopatie congenite, e difetti del sistema nervoso centrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi