Rush finale per la 2a edizione d…

Scade il prossimo 31 ot…

Vasi sanguigni funzionali da cel…

Le cellule staminali pl…

A OLBIA L’OPEN DAY “LA SALUTE DE…

Il 26 novembre screening …

Un algoritmo permettera' ad un P…

[caption id="attachment_5…

Tumore alla prostata: presto il …

Prossimi gli esiti dei pr…

Il gene TERC causa dell'invecchi…

[caption id="attachment_5…

Tumore al cervello: scoperta la …

[caption id="attachment_1…

Akitalab, un progetto indipenden…

[DAL SITO] 1° Ricerca Ita…

Alzheimer: scoperto un anticorpo…

Un nuovo studio pubblicat…

La possibilita' di un vaccino an…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Meningite di tipo B: passi avanti grazie ad un vaccino

Pubblicati su Lancet Infectious Diseasesi risultati di uno studio che promette nuovi passi in avanti nella messa a punto di un vaccino contro la meningite sierogruppo B, il sottotipo più diffuso in Europa e Nord America e responsabile di centinaia di decessi all’anno.

La ricerca, guidata dall’University of Western Australia, è stata condotta su un gruppo di teenager australiani, polacchi e spagnoli e ha messo in evidenza che il vaccino è in grado di generare anticorpi attivi contro il 90% delle forme di meningite B, senza sviluppare importanti effetti collaterali. “I nostri dati suggeriscono che questo vaccino promette di essere ampiamente protettivo per il sierogruppo meningococcico B – spiega Peter Richmond, a capo del progetto -.


I risultati mostrano che tre dosi producono una risposta immunitaria fra l’80 e il 100% degli adolescenti”.

Tre sono i tipi di meningite esistenti, noti come sierogruppo A, B e C. Il sottotipo A è la causa primaria della meningite epidemica in Africa, mentre il sierogruppo B è prevalente nei paesi industrializzati. Attualmente esistono vaccini contro i tipi A e C, ma non contro il B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: