Quando il cervello viene salvato…

Ridurre la temperatura co…

Distrofia muscolare: allo studio…

Rigenerare i muscoli da…

Sclerosi Multipla: tra i fattori…

Due studi mostrano che ch…

Diagnosi precoce del cancro: gra…

Un progetto finanziat…

Tablets e telefonini: la luce ch…

Problemi di sonno per chi…

L'impatto dell'epigenetica sui d…

Le malattie neuropsichiat…

Obesità: a Milano la soluzione c…

Presso l’IRCCS Multimedic…

Evoluzione nel trattamento endov…

Sviluppata nuova protesi …

Confermata l'inefficacia degli a…

Uno studio europeo su 206…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Meningite di tipo B: passi avanti grazie ad un vaccino

Pubblicati su Lancet Infectious Diseasesi risultati di uno studio che promette nuovi passi in avanti nella messa a punto di un vaccino contro la meningite sierogruppo B, il sottotipo più diffuso in Europa e Nord America e responsabile di centinaia di decessi all’anno.

La ricerca, guidata dall’University of Western Australia, è stata condotta su un gruppo di teenager australiani, polacchi e spagnoli e ha messo in evidenza che il vaccino è in grado di generare anticorpi attivi contro il 90% delle forme di meningite B, senza sviluppare importanti effetti collaterali. “I nostri dati suggeriscono che questo vaccino promette di essere ampiamente protettivo per il sierogruppo meningococcico B – spiega Peter Richmond, a capo del progetto -.


I risultati mostrano che tre dosi producono una risposta immunitaria fra l’80 e il 100% degli adolescenti”.

Tre sono i tipi di meningite esistenti, noti come sierogruppo A, B e C. Il sottotipo A è la causa primaria della meningite epidemica in Africa, mentre il sierogruppo B è prevalente nei paesi industrializzati. Attualmente esistono vaccini contro i tipi A e C, ma non contro il B.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x