Tigem: il gene TFEB ricava energ…

Nel corpo umano la pr…

L’appello della Società Italiana…

Oltre il 50% delle malat…

Retina artificiale: la prima bio…

Entro cinque anni chi s…

Istituto Regina Elena: nuove tec…

Roma, 7 maggio 2012 – Nel…

Malaria: nuovi vaccini con paras…

Il vaccino contro la…

Problemi cardiovascolari: verso …

[caption id="attachment_7…

Laser a bassa frequenza per bruc…

[caption id="attachment_6…

[3.SIN] Novità sulle terapie nel…

Prof. Giancarlo Comi – Pa…

Crollano i ricoveri per le compl…

Invariato invece il tas…

Emofilia A: a Milano un evento d…

Fare il punto sui progres…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Puntura di zecca potrebbe sviluppare intolleranza alla carne rossa

La puntura di una zecca puo’ sviluppare allergia alla carne rossa. A dirlo e’ una ricerca della Virginia Commonwealth University, pubblicata sul ‘Journal of General Internal Medicine’. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che potrebbe verificarsi anafilassi, una reazione allergica potenzialmente mortale, nei confronti della carne che potrebbe rivelarsi da tre a sei ore dopo aver mangiato carne rossa.


Gli scienziati hanno analizzato i casi di tre pazienti che avevano mostrato questa reazione: si tratta di un fenomeno causato dalla produzione dell’anticorpo a un carboidrato presente nel sangue delle persone morse dalla zecca ‘Lone star’. Questo carboidrato e’ sempre presente nella carne: quando un individuo che e’ stato morso da questa zecca mangia la carne, il suo sistema immunitario reagisce rilasciando istamine in risposta alla presenza del carboidrato alpha-gal, il che puo’ causare orticaria e anafilassi. Si tratta del primo caso in cui l’anafilassi si manifesta a distanza di ore dall’esposizione, e non immediatamente.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi