"La macchina dei compiti": il ce…

La porzione del cervello …

Come bloccare infiammazione e in…

Scienziati scoprono il mo…

Alzheimer: una proteina che ne i…

Dallo studio non è emersa…

Polmonite: quale proteina sfrutt…

La Pseudomonas Aerugino…

Vitiligine: vicini a nuova cura …

Ha funzionato la sperim…

Cancro ai polmoni: in fumatori c…

Elevati livelli di bili…

AIDS: menopausa precoce e aborto…

Menopausa precoce e abort…

Oncologia medica: arriva carta e…

Un documento per garantir…

Il COPAXONE® e ulteriori dati em…

Al Fifth Joint Triennial …

Dal Carlo Besta di Milano partir…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Arance contro infezioni da stafilococco

Le molecole di olio essenziale di arancio sono risultate efficaci nell’inibire l’azione dei batteri di Stafilococco Aureus resistente agli antibiotici.
Ci sono alcuni tipi di batteri che hanno sviluppato una resistenza agli antibiotici, con la conseguenza che la terapia con questo genere di farmaci risulta inefficace. Per questo motivo sono molti gli scienziati che cercano delle alternative efficaci – possibilmente prive di effetti indesiderati – che permettano di curare questo genere di infezioni.
È il caso dello stafilococco aureus (o S. aureus) trovato essere resistente alla meticillina (un antibiotico) e alla vancomicina (altro antibiotico) utilizzati nella cura delle infezioni dei tessuti molli e della pelle. Questo tipo di batteri sono conosciuti anche come meticillino-resistente (o MRSA) e vancomicina intermedio-resistente (o VISA).

L’oggetto di studio dei ricercatori statunitensi dell’Università dell’Arkansas e dell’Università del Maryland sono stati dunque i batteri MRSA e VISA. Per contrastare la loro azione gli scienziati si sono rivolti a una sostanza naturale: l’olio essenziale di arancio – per l’esattezza l’olio essenziale di Valencia.

I dottori Arunachalam Muthaiyan , Debabrata Biswas , Philip Crandall , Brian J. Wilkinson e Steven C. Ricke hanno utilizzato delle colture di cellule di tessuto e pelle in vitro. Alcune di queste sono poi state sottoposte all’azione dei vapori dell’olio essenziale; altre, che facevano da controllo, no.

I risultati dei test sono stati pubblicati su BMC Complementary and Alternative Medicine e mostrano come l’olio essenziale di arancio sia stato efficace nell’inibire i ceppi dei batteri patogeni di Staphylococcus aureus nelle due forme: il MRSA e il VISA.
Altra azione rilevata è stata l’assenza di effetti citotossici in vitro sulle cellule epiteliali umane cheratinociti, le principali cellule della pelle.
I ricercatori ritengono pertanto che l’olio essenziale di arancio sia un ottimo candidato per ulteriori studi di approfondimento circa il suo possibile utilizzo nella terapia topica delle infezioni da SA resistente agli antibiotici e nella terapia anti-stafilococcica in genere.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi