una nuova e concreta prospettiva…

[caption id="attachment_5…

La Tossina anti cancro adesso a …

Il tam tam si è già diffu…

Risonanza magnetica e PET insiem…

A Napoli nuovo macchinari…

Comportamenti aggressivi e livel…

Chi si mostra particolarm…

Artrite reumatoide: l'FDA via li…

[caption id="attachme…

Mammografia: meglio se effettuat…

Prosegue il dibattito a c…

Mieloma multiplo: uno studio apr…

Dalla ricerca italiana nu…

Contraccezione d'emergenza, dall…

“I ginecologi facciano …

L'effetto non conosciuto dei dol…

[caption id="attachment_4…

Fumo passivo e l'aumento di inci…

Tra i neonati, il fumo pa…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro: un gene difettoso peggiora se in presenza di ferro in eccesso

Alti livelli di ferro possono aumentare il rischio di cancro all’intestino. Lo studio del Cancer Research UK Beatson Institute for Cancer Research di Glasgow e’ stato riportato sulla rivista ‘Cell’.Gli scienziati hanno scoperto che il cancro all’intestino era tre volte piu’ probabile in quei topolini con un gene difettoso, l’APC, che avevano mangiato grandi quantita’ di ferro, rispetto ai topolini che avevano il gene funzionante. “Non e’ ancora chiaro se e come il ferro giochi un ruolo chiave nel cancro all’intestino per le persone che hanno il gene APC difettoso.
Il nostro studio mostra poi che alti livelli di ferro non causano il cancro di per se stessi, ma solo in relazione al gene difettoso”, ha spiegato Owen Samson, che ha condotto la ricerca.


Gli studiosi hanno comunque scoperto che il ferro aumenta il rischio di cancro all’intestino perche’ incrementa il numero di cellule dell’intestino che hanno il gene difettoso APC. Piu’ cellule di questo tipo ci sono nell’intestino e maggiore e’ la probabilita’ che una di esse possa essere il punto di partenza del cancro. Nei topolini con una dieta priva di ferro, ma con il gene difettoso, non si sviluppava il cancro all’intestino.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi