Infertilità maschile, quando la …

Le infezioni batteriche s…

Chemioterapia: aumenta l'efficac…

Interrompere il rifornime…

Scompensi cardiaci: entro il 202…

Entro il 2020 il numero d…

Nuovo farmaco antitumorale dal v…

[caption id="attachment_6…

La dieta mediterranea per le don…

Migliore salute e vita pi…

Glaucoma: perché adesso si potrà…

Ricercatori australiani h…

Sanofi Pasteur MSD sostiene la I…

L'azienda dedicata esclus…

Diabete: esercizi moderati per r…

Esercizi di moderata …

Malattie genetiche mitocondriali…

È nel DNA mitocondriale c…

Cannabis: nessuna incidenza sull…

La cannabis non ha al…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Controllo dei raggi UV: presto un polsino hi-tech sarà in grado di determinarne la sovraesposizione

Un apparecchio sviluppato dalla University of Strathclyde per prevenire una eccessiva esposizione al sole e’ pronto a essere messo sul mercato con la forma di polsino. L’apparecchio aiuta quelli che lo usano a non esporsi a troppi raggi Uv cambiando colore man mano che il rischio aumenta: in questo modo offre una segnalazione visiva del momento in cui occorre ripararsi all’ombra. La tecnologia sara’ presto distribuita dalla societa’ svedese Intellego Technologies e potrebbe essere disponibile gia’ dalla prossima estate del 2013.


Inizialmente sara’ a forma di polsino che cambiera’ colore (dal giallo al rosa) man mano che il rischio di sovraesposizione ai raggi ultravioletti aumenta. Lo strumento funziona mediante un agente che rilascia un acido quando viene colpito da raggi Uv e un colorante che e’ legato ai livelli di pH della pelle. L’agente viene decomposto dalla luce solare, il che porta a un rapido cambiamento del colore.
L’esposizione prolungata al sole aumenta il rischio di cancro alla pelle. Il melanoma maligno, la sua forma piu’ virulenta, ha provocato 200 mila nuovi casi nel solo 2008, secondo i dati del Cancer Research UK. (AGI) .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi