All’Istituto San Carlo il nuovo …

Al via da gennaio il cors…

Nuova tecnica di risonanza magne…

Sviluppata una nuova tecn…

Alzheimer e cancro: non si svilu…

[caption id="attachment_5…

15 anni di Legge Sirchia contro …

Presentati i dati della C…

Europa No-Smoking: il 60 percent…

Europa 'no smoking'. Il …

La scoperta che valse un Nobel a…

L'Ngf (Nerve Growth Facto…

I processi cerebrali che rendono…

Le decisioni che coinvolg…

Microbiota umano: studio agevola…

Creare nuovi modelli mate…

Esami di imaging fanno lievitare…

Gli esami di imaging sono…

Acne: un principio attivo estrat…

Le alghe possono essere u…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

LCA: scoperto il gene che causa cecità precoce

Isolato dai ricercatori del Massachusetts Eye and Ear Infirmary, del Children’s Hospital di Philadelphia, e della Loyola University Chicago Health Sciences Division, un gene responsabile dell’ Amaurosi congenita di Leber (LCA) , patologia relativamente rara ma che causa una devastante forma di cecita’ precoce e sordita’.

Trovare il nuovo gene LCA specifico mutato in i pazienti colpiti dalla malattia e’ il primo passo verso lo sviluppo di una terapia genica.

LCA e’ una malattia degenerativa retinica ereditaria caratterizzata da ridotta visione nella prima infanzia. Entro i pochi mesi di vita, i genitori notano solitamente una mancanza di reattivita’ visiva e movimenti insoliti dell’occhio . La malattia comporta in genere solo problemi di vista, ma in una minoranza di pazienti puo’ essere accompagnata da malattie in altri organi.

Secondo Eric Pierce, M.D., Ph.d., autore co-senior e direttore dell’Istituto di genomica oculare al Mass.Eye and Ear Infirmary, ”Gli scienziati hanno ora un altro pezzo del puzzle. L’obiettivo a lungo termine della nostra ricerca e’ quello di sviluppare terapie per limitare o impedire la perdita di vista causata da questi disturbi”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi