Parkinsonismo grave curato con c…

E' italiano il primo stud…

L'USA approva un innovativo trat…

[caption id="attachment_5…

Dati preliminari rivelano un mig…

I primi risultati dello s…

Sclerosi Multipla: una ricerca r…

Un gruppo di scienziati r…

Mielina: nuovo studio rileva com…

La scienza ha sinora ipot…

Tumori alla prostata: meno incid…

Il tumore della prostata …

Scienziati spiegano gli stati d'…

Risulta facile dimenticar…

Pesticidi e tumore al midollo os…

[caption id="attachment_1…

Cellule staminali fetali contro …

Una singola iniezione…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Acne: da un virus arriva una possibile arma difensiva

Un virus non pericoloso per l’uomo potrebbe aiutare a sconfiggere una delle malattie piu’ fastidiose, l’acne. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Universita’ di Pittsburgh pubblicato dalla rivista mBio, secondo cui il microrganismo agisce sui batteri che causano i brufoli. I ricercatori hanno studiato il “Propionibacterium acnes”, un batterio che puo’ scatenare l’acne, e una famiglia di virus, i “Propionibacterium acnes fagi”, che sono “programmati” per infettare e uccidere il batterio.


I ricercatori hanno analizzato il genoma di entrambi i microrganismi “prelevati” dalla pelle di persone sane e affette dalla malattia, verificando che i virus hanno una scarsa diversita’ genetica, che li rende i candidati ideali per lo sviluppo di un trattamento. Lo studio proseguira’ isolando la proteina attiva del virus, e verificando se e’ sufficiente da sola a produrre l’effetto sul batterio: “Il batterio e’ ormai resistente agli antibiotici usati ora – spiegano gli autori – mentre altri farmaci possono dare effetti collaterali”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!