Ictus: ipotermia immediata indot…

Mettere il cervello di un…

Scienziati sviluppano analisi de…

L'indebolimento del siste…

Le "finte piastrine" in grado di…

Aggregati biodegradabili,…

Vaccino contro pneumococco mostr…

[caption id="attachment_8…

Diabete: arriva l'ormone insulin…

Insulina in polvere da …

Fibre: ottime per ridurre i risc…

Buone notizie per gli app…

La Tossina anti cancro adesso a …

Il tam tam si è già diffu…

Gruppo Ictus Emiplegia Onlus, la…

Tra i servizi, una linea …

Schistosomiasi, dal CNR arriva l…

Ne soffrono circa 200 mil…

Fumo: il declino cognitivo accel…

Non solo la pelle, anche …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Densità ossea: individuato un gene che ne regola anche la resistenza

Un vasto studio internazionale ha identificato un gene che regola la densita’ e la resistenza delle ossa, che potra’ essere usato come marker del rischio di fratture oltre che per una terapia preventiva. A coordinare l’analisi, pubblicata sulla rivista ‘Plos Genetics’, i ricercatori dell’Universita’ di Goteborg. Lo studio, che ha coinvolto 50 ricercatori in diversi Paesi, si e’ basato sul materiale genetico di 10mila pazienti e su indagini su topi, e ha individuato un gene speciale, chiamato “Wnt16”, che ha una forte correlazione con la densita’ ossea e con il cosiddetto ‘spessore osseo corticale’, una misura della forza dell’osso che risulta nelle cavie piu’ bassa del 61 per cento in assenza del gene. Un’analisi dell’attivita’ di questo gene puo’ ad esempio individuare il rischio di frattura in un gruppo di pazienti anziani: “e riusciremo a imparare come stimolare la cascata di eventi prodotta dal gene – affermano gli autori – potremmo rendere lo scheletro piu’ resistente”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi