Tecnica a base di iniezioni di s…

Un'iniezione di staminal…

Alzheimer: diagnosi oggettive si…

Un team di ricercatori gu…

ELANA riporta il sangue al cerve…

  [caption id="attachm…

Fumo: il sistema/vaccino che non…

I ricercatori hanno inser…

Studio: per la prima volta otten…

[caption id="attachment_8…

Se il legno può sostituire le os…

La questione se le ossa d…

Stress ossidativo tra le cause d…

[caption id="attachme…

Ottimi i risultati del Cetuximab…

[caption id="attachme…

Cefalea post-coitale: un uomo su…

È noto come mal di testa …

L’FDA approva un nuovo farmaco b…

La Food and Drug Administ…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Densità ossea: individuato un gene che ne regola anche la resistenza

Un vasto studio internazionale ha identificato un gene che regola la densita’ e la resistenza delle ossa, che potra’ essere usato come marker del rischio di fratture oltre che per una terapia preventiva. A coordinare l’analisi, pubblicata sulla rivista ‘Plos Genetics’, i ricercatori dell’Universita’ di Goteborg. Lo studio, che ha coinvolto 50 ricercatori in diversi Paesi, si e’ basato sul materiale genetico di 10mila pazienti e su indagini su topi, e ha individuato un gene speciale, chiamato “Wnt16”, che ha una forte correlazione con la densita’ ossea e con il cosiddetto ‘spessore osseo corticale’, una misura della forza dell’osso che risulta nelle cavie piu’ bassa del 61 per cento in assenza del gene. Un’analisi dell’attivita’ di questo gene puo’ ad esempio individuare il rischio di frattura in un gruppo di pazienti anziani: “e riusciremo a imparare come stimolare la cascata di eventi prodotta dal gene – affermano gli autori – potremmo rendere lo scheletro piu’ resistente”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!