Novità in endocrinologia al Cong…

ABSTRACT RELATORI   …

Il DNA mitocondriale racconta la…

L’uomo non africano s…

Siena: trapianto di midollo per …

E' stato effettuato a Sie…

Tumori della pelle: elastografia…

Una tecnica ultrasonica a…

Le nuove frontiere della psichia…

Roma, 25 febbraio 2015 – …

RANKL: il segreto del diabete na…

Uno studio pubblicato su …

Ansia: scoperte aree del cervell…

Problemi di comunicazione…

Tumori: PSA non sempre e' test a…

L'esame del PSA (antigene…

Mieloma multiplo: sviluppata nuo…

Sviluppata una molecola s…

Identificata una nuova classe di…

Scoperta la capacità di a…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Chirurgia bariatrica: aiuta anche ad assumere meno farmaci contro diabete o malattie cardiovascolari

La chirurgia bariatrica, che modifica l’apparato digerente per perdere peso, funziona oltre che per perdere peso, anche per assumere meno farmaci per il diabete e i problemi cardiovascolari. Lo afferma uno studio del Karolinska Institute di Stoccolma pubblicato sul ‘Journal of American Medical Association’ (Jama). La ricerca si basa sullo studio Sos, una ricerca tutt’ora in corso che sorveglia 2.010 adulti sottoposti a chirurgia bariatrica e 2.037 controlli reclutati tra il 1987 e il 2001, tutti tra 37 e 60 anni e con indice di massa corporea minimo di 34 per gli uomini e 38 per le donne.


I dati mostrano che nelle persone operate c’e’ una perdita di peso sostenuta, una minore incidenza di diabete, eventi cardiovascolari e tumori, e una maggiore sopravvivenza a 10-15 anni. Dal punto di vista dei farmaci, nei primi anni dall’operazione non ci sono differenze apprezzabili, mentre dal settimo in poi c’e’ una riduzione dell’uso di quelli antidiabete e per i problemi cardiovascolari.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi