La Società Italiana di Neurologi…

Roma, 26 novembre 2014 – …

Supervirus H5N1 creato in labora…

Due esperimenti in Olanda…

Sindrome delle gambe senza ripos…

Un team internazionale di…

Insufficienza cardiaca: la stimo…

La stimolazione dei nervi…

Cellule staminali contro la Scle…

La sclerosi laterale …

Malattie ematologiche: il trapia…

Ci sono persone affette d…

Tumori neuroendocrini: terapie m…

Sono poco conosciuti ma c…

Legame tra autismo e anticorpi m…

Un gruppo di ricercator…

Parkinson: individuati nuovi mar…

[caption id="attachment_9…

Farmaco contro la leucemia ralle…

Un farmaco comunemente us…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Gravidanza: dopo il primo parto, il sistema immunitario affronta i successivi più semplicemente

La prima gravidanza, per le donne, e’ quella piu’ difficile. Dopo questo “esordio”, infatti, la gestazione diventa molto piu’ agevole da affrontare.Gli scienziati hanno scoperto perche’: il sistema immunitario della madre diventa capace di “sopportare” meglio il feto, dopo un primo parto. La ricerca del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center e’ stata pubblicata su ”Nature”.


Lo studio condotto sui topolini ha infatti mostrato che il sistema immunitario della madre, dopo la prima gravidanza, sviluppa un insieme di cellule che proteggono la crescita del feto e rendono piu’ semplice una successiva gestazione. Una scoperta che potrebbe portare a sviluppare trattamenti per prevenire comuni complicazioni nella gravidanza come la preeclampsia oppure l’aborto spontaneo. La prima gravidanza, nei topolini, aumentava la produzione delle cellule T, un tipo di cellule immunitarie. Nel corso della gestazione il loro numero aumentava di circa 100 volte, e queste cellule riconoscevano gli antigeni prodotti dal feto sopprimendo la risposta del sistema immunitario (e quindi proteggendolo). Gli scienziati hanno pero’ notato che dopo la gravidanza, in una finestra di temporale che corrisponde a circa 5 anni umani, il numero di queste cellule restava comunque alto: se in questa finestra il topolino aveva una nuova gravidanza, il numero delle cellule T cresceva di nuovo, ma molto piu’ rapidamente e raggiungendo piu’ alti livelli rispetto alla prima volta, conferendo una protezione supplementare al feto. Anche quando gli scienziati provavano a somministrare una tossina che distruggeva queste cellule minacciando la gravidanza, il sistema immunitario mostrava maggiore capacita’ di recupero, rispetto alla prima gestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: