Linee guida per la ricerca farma…

[caption id="attachment_8…

Arresti cardiaci: possibile prev…

Dal Portogallo arriva una…

Atrofia muscolare spinale: farma…

Un nuovo farmaco promette…

Cancro al seno aggressivo: descr…

Un gruppo di ricercatori …

Carne rossa: fa bene al cuore so…

Contro il colesterolo cat…

A caccia di virus che provocano …

[caption id="attachment_…

Calvizie: agire prima della "tab…

Se i capelli sono “in cad…

La terapia del dolore in Italia

(Fonte Istat e Relazion…

Microchip made in Italy che isol…

All’imminente Congresso d…

Il bacillo della lebbra potrebbe…

Il meccanismo biologico e…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Guarisce dal cancro al colon cambiando dieta: 10 porzioni di frutta e niente carne o latticini

Un cancro aggressivo al colon peggiorato e inoperabile: ad aprile di quest’anno la notizia che, ormai, non c’era più niente da fare. Eppure in quattro mesi, semplicemente cambiando la propria dieta, è riuscito a liberarsi della malattia: è quello che è successo ad Allan Taylor, settantottenne di Middlesbrough (Regno Unito) che, cercando su internet, ha messo a punto un nuovo regime alimentare eliminando carne rossa e latticini e sostituendoli con 10 porzioni di frutta e verdura crude al giorno, e prediligendo l’utilizzo di curry, orzo selvatico in polvere, semi di albicocca e integratori di selenio.

Dopo un intervento e tre mesi di chemioterapia per combattere contro il cancro al colon che lo aveva colpito, Taylor aveva ricevuto la notizia sul peggioramento delle sue condizioni di salute ad aprile: il tumore si era infatti diffuso anche all’intestino tenue.


Seguì una diagnosi nefasta: cancro inoperabile. Poi il cambio di alimentazione che, spiega Taylor, lo avrebbe preservato da morte certa: «Ero determinato a mantenere un atteggiamento positivo – ha raccontato il settantottenne al ‘Sunday Mirror’ – e ho deciso di trovare da solo una soluzione, digitando sui motori di ricerca del web l’espressione ‘cure per il cancro del colon’». All’inizio di agosto la notizia della guarigione: gli esami strumentali non mostravano più alcuna traccia delle anomalie riscontrate nell’intestino tenue.
(Salute – Il Sole24 )

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi