HAI IL DIABETE? NON PUOI ESSERE …

Comunicato stampa della S…

L'olfatto dei cani per rilevare …

Può il potere dell'olfatt…

Alzheimer: da recenti ricerche, …

Uno studio dell'universit…

Dolore, a Udine la campagna di f…

Dolore cronico in ortoped…

Un'inaspettata alleata contro il…

Si è scoperto che l'etero…

Beta-bloccanti riducono danni da…

Le persone stressate cado…

HIV: terapia genica che imita i …

[caption id="attachme…

Quando una zucca non fa solo hal…

La notte più "spaventosa"…

“Creating beauty”: l’esperienza …

Sono giovani. Sono pieni …

Neurofibromatosi: e se dietro le…

Si apre con l'incontr…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: senza ossigeno esasperano la loro aggressività

Quando un tumore e’ privato in parte dell’ossigeno, invece di morire, diventa piu’ aggressivo e inizia a formare metastasi. Lo ha scoperto uno studio pubblicato dalla rivista Cancer Research, secondo cui i segnali cellulari che seguono l'”asfissia” comandano alle cellule di cercare altrove nuove fonti di nutrimento. “Sapevamo che una proteina chiamata Hif-1a e’ sovraespressa nei tumori ipossici – spiegano i ricercatori dell’universita’ del Colorado – e anche che un particolare marker delle cellule staminali tumorali chiamato Cd24 era sovraespresso in molti tumori.


Ora abbiamo mostrato il legame tra i due: la proteina crea la sovraespressione del marker, e quest’ultimo e’ responsabile del comportamento piu’ aggressivo, oltre che dello sviluppo di resistenza alla chemioterapia”. La scoperta e’ stata fatta variando artificialmente in tessuti tumorali i livelli delle due molecole: “Ora abbiamo un obiettivo da colpire – sottolineano gli autori – se riuscissimo a evitare la produzione del marker o a eliminare le cellule con questa proteina potremmo disarmare la parte piu’ letale del tumore”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x