Malattie rare: da oggi disponibi…

Merck Serono S.p.A. lanci…

Offuscamento cornea: rigenerato …

[caption id="attachment…

Rara malattia dermatologica: sco…

[caption id="attachment_8…

I risultati di Fase III, pubblic…

·         I risultati d…

Mini-Cervello umano in provetta:…

A partire da staminali …

Torna il Premio Civitas - XVIII …

In ricordo delle vittime …

Contro i virus non sempre è nece…

Una sperimentazione sui t…

Tumore: un sensore elettronico c…

Il sensore elettronico è …

Epatologia: individuata proteina…

[caption id="attachment_6…

Effetto Placebo: studio italiano…

L'effetto placebo agisce …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Batteri intestinali possono rivelare il diabete di tipo 2

I batteri intestinali possono rivelare la presenza del diabete di tipo 2. A dirlo un nuovo studio pubblicato su ”Nature”. Il numero di persone che soffrono di diabete di tipo 2 in tutto il mondo e’ aumentato in maniera decisamente rapida negli ultimi decenni. Gli scienziati sospettano anche che le persone affette da questa malattia siano molte di piu’ di quelle diagnosticate. Nel nuovo studio di Jun Wang dell’Universita’ di Copenaghen, il team di ricercatori ha dimostrato che le persone con diabete di tipo 2 presentano un alto livello di agenti patogeni a livello intestinale. Esaminando i batteri intestinali di 345 pazienti provenienti dalla Cina (di cui 171 con diagnosi di diabete di tipo 2) gli scienziati sono riusciti a identificare dei chiari indicatori biologici della malattia, che in futuro potrebbero essere utilizzati come metodi diagnostici. Le persone con diabete di tipo 2 hanno inoltre mostrato una flora batterica intestinale particolarmente ostile ai farmaci. Saranno pero’ necessari ulteriori studi per capire se i batteri intestinali anomali sono gia’ riscontrabili nelle persone considerate a rischio.


”Abbiamo intenzione di trapiantare batteri intestinali di persone che soffrono di diabete di tipo 2 nei topi e verificare se questi andranno poi a sviluppare il diabete”, ha spiegato Oluf Borbye Pedersen dell’Universita’ di Copenaghen, che partecipa al progetto. Il team lavorera’ in collaborazione con l’Istituto di Genomica di Pechino, per un progetto sulla metagenomica che includera’ indagini su una vasta gamma di gravi malattie, indagandone la correlazione con la flora batterica intestinale.
Salute AGI

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!