Tubercolosi: triplo cocktail di …

Un 'triplo cocktail' di f…

La differenziazione delle cellul…

Sono alcune cascate d…

Disponibile in Italia un nuovo f…

Cologno Monzese, aprile 2…

FDA pone il suo OK sul test rapi…

La Food and drug administ…

Dita bioniche restituiscono la m…

Maria Antonia Iglesias è …

Brescia: Mosca (SIN), la prematu…

Secondo il Presidente del…

[IRCCS E. Medea] Per traumi clin…

A Pieve di Soligo sperime…

Enfisema: la predisposizione e l…

Sebbene i topi non avesse…

SLA: una proteina anomala che si…

Scoperta una proteina ano…

Conta-morsi per dimagrire: la cu…

Ideato alla Clemson Unive…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro alla cervice: necessario pap test almeno ogni tre anni

I pap test che si fanno per gli screening dei tumori cervicali dovrebbero essere effettuati ogni tre-cinque anni. Lo affermano le nuove linee guida preparate dall’American College of Obstetricians and Gynecologists, secondo cui l’attuale indicazione di fare un test all’anno e’ eccessiva.

Secondo il documento la maggior parte delle donne tra 21 e 29 anni dovrebbe fare un pap test, che cerca anomalie nelle cellule della cervice uterina che possono far sospettare un tumore, ogni tre anni, mentre sopra questa eta’ e fino a 65 anni l’opzione migliore e’ fare un pap test insieme a un esame per il papillomavirus ogni cinque anni, oppure un pap test da solo ogni tre anni: “Con questo schema le donne dovrebbero sentirsi sicure – spiega David Chelmow della Virginia Commonwalth University, uno degli autori – perche’ questi test sono sufficienti”. Le nuove linee guida escludono test per l’Hpv sotto i 30 anni, perche’ il sistema immunitario e’ stato a contatto con il virus per troppo poco tempo, e quindi l’analisi troverebbe solo infezioni passeggere che non contribuiscono poi alla eventuale formazione del tumore.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi