La consistenza ossea ereditata d…

[caption id="attachment_5…

Sclerosi Multipla: la molecola c…

Messa a punto una nuova m…

HIV: virus con serbatoi di mater…

Il serbatoio di virus ina…

Alcool, invecchiamento precoce e…

[caption id="attachment_7…

L'apertura del mercato ai generi…

Solo se i generici raggiu…

Life-history traits may affect D…

For the first time, r…

Congresso sindacale Fimp: il per…

Roma, 16 Aprile - Parteci…

La memoria spaziale di una muffa…

Una muffa unicellulare, P…

Cellulite: nuova terapia non inv…

Una nuova tecnologia …

Ypsomed implementa con successo …

Burgdorf, 29 maggio 2014 …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fumo, una molecola che spegne il desiderio

Smettere di fumare? Difficile, quasi impossibile, se anche il cervello fa “catenaccio” e spegne i tentativi, anche quelli più tenaci, di farla finita con il tabacco. Eppure, adesso, i ricercatori del Centre for Addiction and Mental Health di Toronto giurano di aver individuato i misteri dell’ostruzionismo biologico alla volontà di chiudere con le sigarette. Due recettori cerebrali, infatti, sembrano continuare a evocare il bisogno di nicotina, anche quando le crisi di astinenza sembrano un lontano ricordo, anche a mesi di distanza dall’ultima “bionda”.

Uno studio sui topi, pubblicato sul Journal of Experimental Medicine dai ricercatori canadesi, hanno infatti permesso di identificare la trappola molecolare in cui cadono gli ex tabagisti alla prima tentazione.


Chi fuma da tanto tempo, infatti, è schiavo di un cortocircuito molecolare che “salda” due neurotrasmettitori, ma grazie ad un nuova molecola, testata su ratti esposti a lungo alla nicotina, potrebbe essere possibile spezzare questo circolo vizioso. Impedendo il legame tra i neurotrasmettitori, i topi che in precedenza erano stati sottoposti ad un programma di stimolo-risposta-ricompensa che portava verso la nicotina, hanno rifiutato la sostanza che dà dipendenza. Un tentativo da replicare nell’uomo, per verificare “se l’inibitore funziona allo stesso modo”, spiegano i ricercatori. In caso di risposta positiva “si potrà fornire un nuovo potente strumento – concludono – per ridurre, nelle persone che hanno smesso di fumare, il desiderio e la voglia di ricominciare”.
Salute Il Sole 24 Ore

1
Lascia una recensione

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Fumo, una molecola che spegne il desiderio | Solo Sogni Blog Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback

[…] Fumo, una molecola che spegne il desiderio CondivisioneLeggi anche Cancro al seno: diagnosi sofisticata per combatterlo Ru486: rende la pratica dell’aborto più sicura. Ricerca Sant’Anna di Torino AIDS: scienziati lavorano su un latte di mucca che protegge dall’infezione con specifici anticorpi La Spagna punta all’Oscar con la “Blancanieves” muta  Fumo in macchina: polveri sottili superiori di 10 volte: a rischio asma e sibili soprattutto i bambini […]

Archivi