Di nuove liberalizzazioni il ser…

  Roma, 6 febbraio 201…

FIMP - Dermatite atopica in età …

La FIMP: “C’è bisogno di …

Cellule staminali: al via test c…

Cellule embrionali ai 'na…

Un primo bilancio della campagna…

 AssoGenerici e Federanzi…

Federfarma sollecita a rivedere …

Per venire incontro a…

Ecografo tascabile VScan: nuovo …

Arriva in Italia e Spagna…

Cancro e mRNA: cambiamento di ro…

[caption id="attachme…

Atrofia muscolare spinale: farma…

Un nuovo farmaco promette…

Medicina preventiva sulla base d…

[caption id="attachment_7…

Cervello: nessuna differenza tra…

Dimenticate la teoria sec…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro al seno: un terzo dei casi non richiede cure

Circa un terzo di tutti i cancri alla mammella individuati mediante screening di routine in donne americane in salute non necessitano di essere trattati. A dirlo,uno studio del Regional Cancer Center in Bend, Oregon pubblicato sul ‘New England Journal of Medicine’. Lo studio ha esaminato gli effetti della mammografia sull’incidenza del cancro fra il 1976 e il 2008 nelle donne americane con piu’ di quarant’anni. Gli autori hanno concluso che piu’ di un milione di donne a cui e’ stata diagnosticata la malattia potrebbero non sviluppare mai i sintomi.

Nel solo 2008, stimano i ricercatori, piu’ di 70mila donne avevano diagnosi di tumori di questo tipo, costituendo il 31 per cento di tutti i casi di cancro al seno diagnosticati in donne ultraquarantenni. “I nostri studi sollevano seri interrogativi circa il valore dello screening mammografico. Il danno delle ‘overdiagnosi’ e’ probabilmente piu’ grandi di quanto previsto: le donne si sottopongono a trattamenti che includono chirurgia, radiazioni, ormoni, chemioterapia per anomalie che avrebbero potuto non causargli nessuna malattia”, scrivono gli scienziati.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi