Colesterolo alto: pronto macchin…

Alcuni pazienti sono gene…

“Storie di vita negli anni d’arg…

Una ricerca condotta da F…

DAPHNE LAB, biomedica italiana a…

Già presente in Italia co…

Pediatria - Estate e bambini: us…

Roma, 26 luglio 2012 – L’…

Da invertebrati a vertebrati: co…

In una specie di emicorda…

Gene invecchiamento legato all'i…

Un gene che aiuta a c…

Big Pharma, il cento per cento d…

I settori principali sono…

Tumori del colon: 234 sono i gen…

I geni coinvolti nello sv…

Asma: gli ftalati sono una causa…

Due comuni ftalati utiliz…

Talassemia: il deferiprone si ri…

[caption id="attachment_9…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Onde emesse dal cervello aiutano ad interpretare la natura dei sogni

Dalle onde cerebrali durante il sonno e’ possibile capire cosa una persona sta sognando, almeno in caso di oggetti e situazioni ‘ordinari’. Lo hanno dimostrato i ricercatori del Computational Neuroscience Laboratories di Kyoto, che hanno descritto i loro esperimenti sulla rivista Nature News. I ricercatori hanno analizzato le onde di tre volontari maschi mentre dormivano, identificando il momento in cui iniziavano a sognare. All’inizio del sogno i soggetti sono stati svegliati, ed e’ stato chiesto loro cosa stessero sognando.


Con questo metodo sono stati raccolti 200 rapporti per ognuno, da cui sono state ricavate 20 immagini comuni, da ‘automobile’ a ‘donna’. Successivamente le 20 immagini sono state mostrate ai soggetti da svegli, sempre registrando le onde cerebrali: “In seguito all’esperimento siamo in grado di stabilire se il soggetto sta sognando una delle 20 immagini con il 75-80 per cento di successi – spiegano gli autori – e abbiamo anche scoperto che per alcune aree del cervello non c’e’ differenza fra il ‘lavoro’ fatto dormendo e quello da svegli”.
.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x