Malattie rare: da oggi disponibi…

Merck Serono S.p.A. lanci…

Offuscamento cornea: rigenerato …

[caption id="attachment…

Rara malattia dermatologica: sco…

[caption id="attachment_8…

I risultati di Fase III, pubblic…

·         I risultati d…

Mini-Cervello umano in provetta:…

A partire da staminali …

Torna il Premio Civitas - XVIII …

In ricordo delle vittime …

Contro i virus non sempre è nece…

Una sperimentazione sui t…

Tumore: un sensore elettronico c…

Il sensore elettronico è …

Epatologia: individuata proteina…

[caption id="attachment_6…

Effetto Placebo: studio italiano…

L'effetto placebo agisce …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Onde emesse dal cervello aiutano ad interpretare la natura dei sogni

Dalle onde cerebrali durante il sonno e’ possibile capire cosa una persona sta sognando, almeno in caso di oggetti e situazioni ‘ordinari’. Lo hanno dimostrato i ricercatori del Computational Neuroscience Laboratories di Kyoto, che hanno descritto i loro esperimenti sulla rivista Nature News. I ricercatori hanno analizzato le onde di tre volontari maschi mentre dormivano, identificando il momento in cui iniziavano a sognare. All’inizio del sogno i soggetti sono stati svegliati, ed e’ stato chiesto loro cosa stessero sognando.


Con questo metodo sono stati raccolti 200 rapporti per ognuno, da cui sono state ricavate 20 immagini comuni, da ‘automobile’ a ‘donna’. Successivamente le 20 immagini sono state mostrate ai soggetti da svegli, sempre registrando le onde cerebrali: “In seguito all’esperimento siamo in grado di stabilire se il soggetto sta sognando una delle 20 immagini con il 75-80 per cento di successi – spiegano gli autori – e abbiamo anche scoperto che per alcune aree del cervello non c’e’ differenza fra il ‘lavoro’ fatto dormendo e quello da svegli”.
.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!