Dipendenza da sesso: scatena ste…

La dipendenza dal sesso p…

ESC (European Society of Cardiol…

Essere sopravvissuti a un…

Vaccini: confermata la sicurezza…

Un nuovo studio condotto …

Mutazione genetica determina dol…

Dolore neuropatico, c'è u…

Proteina anti-metastasi

[caption id="attachment_1…

AIDS: Ricerca USA-Italia proiett…

Una cura per l'Aids in …

Infezioni intestinali da Clostri…

Sono praticamente raddopp…

L'intricata, caotica rete di tra…

L'informazione immagazzin…

Helicobacter pylori: alla base d…

L'infezione causata dall'…

Associazione HERA: nessun vuoto …

Associazione Hera: l’ille…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Onde emesse dal cervello aiutano ad interpretare la natura dei sogni

Dalle onde cerebrali durante il sonno e’ possibile capire cosa una persona sta sognando, almeno in caso di oggetti e situazioni ‘ordinari’. Lo hanno dimostrato i ricercatori del Computational Neuroscience Laboratories di Kyoto, che hanno descritto i loro esperimenti sulla rivista Nature News. I ricercatori hanno analizzato le onde di tre volontari maschi mentre dormivano, identificando il momento in cui iniziavano a sognare. All’inizio del sogno i soggetti sono stati svegliati, ed e’ stato chiesto loro cosa stessero sognando.


Con questo metodo sono stati raccolti 200 rapporti per ognuno, da cui sono state ricavate 20 immagini comuni, da ‘automobile’ a ‘donna’. Successivamente le 20 immagini sono state mostrate ai soggetti da svegli, sempre registrando le onde cerebrali: “In seguito all’esperimento siamo in grado di stabilire se il soggetto sta sognando una delle 20 immagini con il 75-80 per cento di successi – spiegano gli autori – e abbiamo anche scoperto che per alcune aree del cervello non c’e’ differenza fra il ‘lavoro’ fatto dormendo e quello da svegli”.
.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x