Alzheimer: decisiva l'iperintens…

Scoperto un ulteriore fa…

Asma bronchiale: nuova tecnica s…

Una nuova tecnica per il …

Malaria: scoperte mutazioni gene…

Scoperte le mutazioni gen…

Tumori: fotoimmunoterapia e anti…

La luce potrebbe aiutare …

Dalla NASA, un naso che individu…

[caption id="attachment_4…

Alzheimer: una nuova proteina gu…

[caption id="attachme…

La "sesta base" del DNA e le spe…

Quella che è stata battez…

Scienziati scoprono meccanismo d…

Scienziati provenienti da…

Tumore del colon: sospetti su ju…

Uno studio scozzese ind…

Melanoma: nel potenziale di memb…

Un cambiamento nel potenz…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

AIFA presto col concept paper sulle cure oncologiche, disponibile sul sito ai commenti di tutti

‘Stiamo predisponendo un concept paper – che sara’ pubblicato sul sito dell’Agenzia Italiana del Farmaco e aperto, quindi, ai commenti di tutti – contenente i principali criteri per la valutazione dei nuovi farmaci oncologici e i parametri per la definizione di meccanismi di rimborso condizionato”. Lo ha detto il direttore Generale dell’Aifa, Luca Pani, incontrando il Presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), Stefano Cascinu. Scopo dell’incontro, condividere un percorso comune per garantire a tutti i pazienti le terapie antitumorali salvavita, pur nella difficile congiuntura economica nazionale.

Sulla questione del rimborso, ha spiegato Pani, ”rispetto anche al recente passato, i parametri di riferimento seppur omogenei per tutti i nuovi farmaci, sono necessariamente piu’ stringenti, richiedendo cosi’ alle Aziende farmaceutiche di accettare una ‘reale’ condivisione economica del rischio di fallimento terapeutico, soprattutto per i farmaci per i quali non esistono marcatori che consentano di identificare e trattare solo quei pazienti potenzialmente rispondenti alla terapia. Questo nuovo approccio non produce i ritorni economici attesi per le Aziende farmaceutiche e quindi, come prevedibile, si registrano delle resistenze che hanno purtroppo determinato difficolta’ nel chiudere negoziazioni su farmaci ritenuti da AIFA assolutamente prioritari”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi