Colesterolo alto: pronto macchin…

Alcuni pazienti sono gene…

“Storie di vita negli anni d’arg…

Una ricerca condotta da F…

DAPHNE LAB, biomedica italiana a…

Già presente in Italia co…

Pediatria - Estate e bambini: us…

Roma, 26 luglio 2012 – L’…

Da invertebrati a vertebrati: co…

In una specie di emicorda…

Gene invecchiamento legato all'i…

Un gene che aiuta a c…

Big Pharma, il cento per cento d…

I settori principali sono…

Tumori del colon: 234 sono i gen…

I geni coinvolti nello sv…

Asma: gli ftalati sono una causa…

Due comuni ftalati utiliz…

Talassemia: il deferiprone si ri…

[caption id="attachment_9…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Dolore cronico: una risposta positiva da un farmaco contro l’ipertensione

Un farmaco che regola la pressione sanguigna potrebbe curare il dolore cronico. La ricerca di un team internazionale che comprende il King’s College London, la Pfizer e il BGI Shenzhen e’ stata pubblicata su PLoS Genetics. Gli attuali trattamenti per il dolore cronico hanno limitata efficacia quando non eccessivi effetti collaterali. dolore_cronicoNello studio, i ricercatori hanno coinvolto 2.500 volontari e analisi genetiche hanno rivelato un significativo pattern di rare varianti su 138 geni, fra cui il gene GZMM, fra due gruppi, quelli che soffrivano molto il dolore e quelli che ne erano meno sensibili.

Inoltre gli scienziati hanno scoperto che l’angiotensina, un ormone coinvolto nel controllo della pressione, poteva agire su questi geni giocando un ruolo importante nella regolazione del dolore: la variazione genetica indotta poteva influenzare la sensibilita’. Secondo gli scienziati, dunque, farmaci che regolano la pressione sanguigna potrebbero offrire nuovi metodi sicuri per controllare il dolore.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x