Nuova classe di farmaci per la c…

I ricercatori dell'Univer…

Endometriosi: nuove frontiere pe…

A VERONA SI RIUNISCONO …

La prima volta che il DNA sintet…

Ci sono riusciti i ricerc…

H5N1: pubblicato lo studio che h…

Modificando geneticamente…

Contro la vitiligine capsaicina …

[caption id="attachment_5…

Clonazione: processo virtualment…

Un gruppo di ricercat…

Neurofibromatosi: passi avanti n…

Un team di ricercatori pr…

Cancro prostatico valutato con d…

[caption id="attachme…

Progetto Athena scopre il segret…

Ricercatori del progetto …

WAidid: Bambini e Natale, attenz…

Ci siamo, il Natale è all…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fibrosi cistica: in arrivo nuovo kit diagnostico

E’ stato presentato al VIII Congresso della Società italiana Fibrosi Cistica (SIFC), organizzato a Tirrenia, il nuovo kit diagnostico frutto del lavoro della Diatech Pharmacogenetics, un “millepiedi” che cammina sul Dna dei pazienti per individuare il maggior numero di mutazioni genetiche e il rischio di trasmissione in famiglia della fibrosi cistica.
Si tratta di “un’innovazione tecnologica che porta una maggiore semplicità e specificità – ha spiegato la dott.ssa Manuela Seia, responsabile Unità Operativa Genetica e Citogenetica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano – Il pannello sviluppato dalla Diatech Pharmacogenetics riesce a individuare la maggior parte delle mutazioni di tutte le regioni italiane. Per quanto riguarda la Lombardia e la sua popolazione eterogenea, possiamo parlare di un’individuazione del 90% delle mutazioni, considerando che questa regione ne presenta molte più di altre isolate geograficamente o con meno abitanti”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x