Gravi patologie all'occhio: appr…

Curate con successo due a…

Trattamento del dolore cronico: …

Presso il Centro di Ter…

L’Università di Milano-Bicocca a…

La collaborazione è stata…

Pediatria: casi di asma in aumen…

''La tutela della sa…

Reazioni immunitarie 'fastidiose…

[caption id="attachment_8…

I meccanismi umani della scelta …

Se un organismo ha la pos…

Caffeina per il Parkinson, sosta…

La caffeina potrebbe aiut…

I farmaci per la pressione: inas…

I farmaci beta-bloccanti…

Il brivido della paura nei pesci…

L'odore della paura? Per…

Istituto Regina Elena: nuove tec…

Roma, 7 maggio 2012 – Nel…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fibrosi cistica: in arrivo nuovo kit diagnostico

E’ stato presentato al VIII Congresso della Società italiana Fibrosi Cistica (SIFC), organizzato a Tirrenia, il nuovo kit diagnostico frutto del lavoro della Diatech Pharmacogenetics, un “millepiedi” che cammina sul Dna dei pazienti per individuare il maggior numero di mutazioni genetiche e il rischio di trasmissione in famiglia della fibrosi cistica.
Si tratta di “un’innovazione tecnologica che porta una maggiore semplicità e specificità – ha spiegato la dott.ssa Manuela Seia, responsabile Unità Operativa Genetica e Citogenetica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano – Il pannello sviluppato dalla Diatech Pharmacogenetics riesce a individuare la maggior parte delle mutazioni di tutte le regioni italiane. Per quanto riguarda la Lombardia e la sua popolazione eterogenea, possiamo parlare di un’individuazione del 90% delle mutazioni, considerando che questa regione ne presenta molte più di altre isolate geograficamente o con meno abitanti”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi