Sinusite: predisposizione bassa …

Chi e' piu' sensibile ai …

Trichinosi: sequenziato il genom…

Il genoma del nematode pa…

Riforma degli Ordini: occasione …

"Non è pensabile che dopo…

Fibrosi Polmonare Idiopatica: nu…

• Nello studio clinico  T…

Patologie cardiache: saranno tra…

L'uso su malati cardiopat…

Tumore al seno: conoscere ll DNA…

Anche il tumore del seno …

Convegno sul laser per intervent…

GREENLIGHT: IN SALA OPERA…

'Il Pillolo', contraccettivo mas…

Dopo anni di sperimentazi…

Volasertib*: concessa dall’FDA …

Boehringer Ingelheim inte…

Cannabis raddoppia rischi di inc…

Mettersi alla guida entro…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fibrosi cistica: in arrivo nuovo kit diagnostico

E’ stato presentato al VIII Congresso della Società italiana Fibrosi Cistica (SIFC), organizzato a Tirrenia, il nuovo kit diagnostico frutto del lavoro della Diatech Pharmacogenetics, un “millepiedi” che cammina sul Dna dei pazienti per individuare il maggior numero di mutazioni genetiche e il rischio di trasmissione in famiglia della fibrosi cistica.
Si tratta di “un’innovazione tecnologica che porta una maggiore semplicità e specificità – ha spiegato la dott.ssa Manuela Seia, responsabile Unità Operativa Genetica e Citogenetica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano – Il pannello sviluppato dalla Diatech Pharmacogenetics riesce a individuare la maggior parte delle mutazioni di tutte le regioni italiane. Per quanto riguarda la Lombardia e la sua popolazione eterogenea, possiamo parlare di un’individuazione del 90% delle mutazioni, considerando che questa regione ne presenta molte più di altre isolate geograficamente o con meno abitanti”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi