Premiato il mondo a colori delle…

    PREMIATO IL MON…

Depressione: in età avanzata res…

La depressione che si man…

Demenza: cadiopatie e diabete au…

Per un buon funzionam…

[Assobiotech] I vaccini a DNA: u…

Dall'ingegneria genet…

Giornate di Andrologia e Medicin…

L’impatto dell’infertilit…

Acido ialuronico e alzheimer: no…

[caption id="attachment_8…

Rapamicina: scoperte ulteriori p…

[caption id="attachment_6…

TRAPIANTI: UNA SOLA CORNEA INTER…

[caption id="attachment_7…

Ypsomed implementa con successo …

Burgdorf, 29 maggio 2014 …

Radiologia interventistica: aume…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

HIV: Janssen non farà valere i propri diritti sul brevetto di darunavir nei Paesi con risorse limitate

Questa politica è volta a consentire un’offerta sostenibile della molecola genericata di darunavir, sicura ed efficace da un punto di vista medico, nell’Africa Sub – Sahariana e nei Paesi meno sviluppati 

Cologno Monzese, 6 dicembre 2012 – Janssen, azienda farmaceutica del Gruppo Johnson & Johnson ha annunciato oggi di rinunciare a far valere i propri diritti brevettuali dell’antiretrovirale darunavir, a condizione che il farmaco generico corrispondente dia tutte le garanzie di sicurezza ed efficacia e venga impiegato esclusivamente in contesti in cui le risorse economiche siano limitate¹.

L’annuncio è volto a rassicurare i produttori di generici di darunavir di alta qualità dell’Africa Sub-Sahariana e dei Paesi meno sviluppati circa il rischio di essere accusati da Janssen di violazione dei propri diritti  brevettuali su darunavir.

 

Questa nuova politica anticipa un futuro aumento della necessità di generici di darunavir a prezzi accessibili per il trattamento di pazienti sieropositivi in contesti difficili, ed è in linea con l’attenzione che l’azienda dedica all’accesso ai farmaci in quei Paesi che hanno le più alte percentuali di infezione da HIV e sono economicamente fragili.

 

“Siamo lieti di compiere questo passo importante che avrà sicuramente un impatto positivo sulla salute di coloro che convivono con l’HIV e si trovano in condizioni di necessità, aumentando l’accesso ai nostri farmaci” – ha dichiarato Paul Stoffels, Direttore Scientifico e Presidente Mondiale Attività Farmaceutiche di Johnson & Johnson – “Nell’ambito di questo impegno, riteniamo che una strategia di effettivo accesso alle terapie comprenda la gestione responsabile dei diritti di proprietà intellettuale, senza che questi  debbano costituire una barriera a un’offerta sostenibile dei generici di alta qualità di darunavir nei paesi più poveri del mondo.”

 

Darunavir somministrato insieme a ritonavir e in associazione ad altri antiretrovirali, è attualmente indicato nei pazienti sieropositivi pluritrattati (di terza linea) nell’Africa Sub-Sahariana ed è consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità². Darunavir è, inoltre, indicato in diverse Linee Guida nazionali dell’Africa Sub-Sahariana come trattamento dell’infezione da HIV nei pazienti pluritrattati.

Janssen ritiene che, con l’incremento del numero dei pazienti con infezione da HIV nell’Africa Sub-Sahariana e nei Paesi Meno Sviluppati in cui i regimi terapeutici iniziali falliscono per lo sviluppo di resistenza ai farmaci, la domanda e l’assunzione di darunavir non potrà che crescere.

 

 

In base a questa politica Janssen non farà valere i propri diritti brevettuali su darunavir a condizione che  la molecola genericata sia fornita da produttori di qualità, sia sicura ed efficace da un punto di vista medico e impiegata esclusivamente nei contesti definiti. Permane la responsabilità dei produttori di ottenere le necessarie autorizzazioni dagli altri titolari di brevetti su darunavir e dalle Autorità Sanitarie, ove richieste.

Janssen continuerà ad assicurare la disponibilità e l’uso adeguato del proprio farmaco darunavir nell’Africa Sub-Sahariana e nei Paesi Meno Sviluppati tramite gli accordi di licenza e le partnership in essere.

 

 

Informazioni su Janssen

Janssen è un’azienda farmaceutica del Gruppo Johnson & Johnson fortemente impegnata nel dare risposte concrete ai principali bisogni clinici che non hanno ancora trovato un’adeguata soluzione terapeutica come, ad esempio, nel settore oncologico, il mieloma multiplo e il cancro della prostata, in quello immunologico, la psoriasi, nelle neuroscienze, la schizofrenia, la demenza e il dolore, nelle malattie infettive, l’HIV, l’epatite C e la tubercolosi, nell’ambito cardiometabolico, il diabete.

Guidati dal nostro impegno rivolto verso i pazienti, sviluppiamo soluzioni terapeutiche innovative, lavorando a stretto contatto con i principali stakeholder del settore medico-sanitario.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!