"Cervello morale", influenzato d…

Il 'cervello morale' esis…

HIV: terapia genica che imita i …

[caption id="attachme…

[IRCCS E. Medea] Per traumi clin…

A Pieve di Soligo sperime…

Studio MIMOSA: deluse le aspetta…

[caption id="attachme…

Le cellule del corpo umano: come…

[caption id="attachme…

Alzheimer: un nuova definizione

[caption id="attachment_9…

Cancro alla prostata: l'anticorp…

[caption id="attachme…

Cellule staminali contro gravi l…

Lanciata in Cina con succ…

Un gene causa la fragilità ossea

C'e' un gene fra le cause…

Tumori: dodici consigli per ridu…

Dallo stop al fumo al…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Grafene super con un’altra sorpresa: foglio pieghevole adatto a display per cellulari

Realizzato un team di ricercatori internazionali con la partecipazione dell’Università di Trento, oltre a condurre elettricità ed essere flessibile è anche trasparente e idrorepellente a comandografene_pieghevole
E’ in arrivo un’altra magia di quello che viene considerato da sempre più scienziati come il “materiale delle meraviglie”, il grafene. Grazie alla struttura composta proprio di questo materiale, si sta mettendo a punto nei laboratori una specie di “foglio” intelligente e supersottile in grado di contrarsi e allungarsi a comando. Uno strato che potrebbe adattarsi a numerose possibili applicazioni, tra cui muscoli artificiali e telefoni cellulari flessibili.

Il superfoglio, realizzato da un gruppo di ricercatori internazionale con l’importante partecipazione dell’Università di Trento e pubblicato su Nature Materials, oltre a condurre elettricità ed essere flessibile, è anche trasparente e idrorepellente a comando. Il materiale nasce dall’unione di due diverse strutture, una “morbida” e deformabile a comando e un’altra, il grafene, estremamente resistente e in grado di condurre elettricità.

Sfruttando le differenti proprietà di questi due materiali, i ricercatori sono riusciti a realizzare una struttura resistentissima e in grado di condurre elettricità ma allo stesso tempo deformabile, si può cioé allungare o accorciare, a comando.

Il foglio “stropicciabile” può anche modificare altre sue proprietà fisiche, diventando trasparente o idrorepellente, proponendosi così come materiale ideale per molte applicazioni tecnologiche, come a esempio muscoli artificiali o dispositivi elettronici flessibili e cellulari “morbidi”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi