Dal liquido amniotico prelevare …

[caption id="attachme…

Boehringer Ingelheim ha sottomes…

• La prima sottomiss…

Ftalati in età pediatrica respon…

L'esposizione a sostanze …

Termites' digestive system could…

One of the peskiest h…

Dall'ormone della fame un aiuto …

Scoperta una nuova via me…

Herpes zoster: studi lo consider…

[caption id="attachme…

Glioblastoma: studio del CNR spi…

È un tumore cerebrale che…

Ospedali di qualità a misura di …

Esce oggi il nuovo bando …

L’Italia dice addio alla fenform…

L’allarme, lanciato …

Pillole con estradiolo naturale:…

Contraccezione orale su m…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Idrogel iniettabile per riparare tessuti cardiaci danneggiati da attacco.

Un nuovo idrogel iniettabile potrebbe far crescere nuovi tessuti e vasi sanguigni nel cuore danneggiato da un attacco cardiaco. vasi_sanguigniLo studio della University of California di San Diego e’ stato pubblicato sulla rivista ‘Science Translational Medicine’. I trial clinici che riguardano il gel dovrebbero cominciare quest’anno in Europa.
Si tratta di una sostanza che viene iniettata attraverso un catetere e che non richiedere chirurgia o anestesia generale: una procedura dunque poco invasiva per il paziente.


Il gel sviluppato dai ricercatori americani forma una struttura di sostegno nelle aree del cuore danneggiate che incoraggia la crescita di nuove cellule e la riparazione dei danni subiti dal cuore. Dato che il gel e’ tratto da tessuto cardiaco di maiale, il cuore danneggiato risponde in modo positivo e si viene a escludere il pericolo di rigetto. Secondo gli scienziati, l’idrogel puo’ incrementare la forza del muscolo cardiaco e ridurre il tessuto cicatriziale nelle regioni colpite dall’attacco cardiaco, il che predice ulteriori episodi infartuali.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!