EBRI: La Fondazione Santa Lucia …

[caption id="attachme…

Sindrome di Perlman: trovato gen…

E' stato scovato il gene …

Acne: maschera al collagene nuov…

Maschere al collagene in …

Italiani in USA scoprono protein…

[caption id="attachment_2…

Sindrome del vichingo, descritta…

Un gruppo di ricercatori …

Mylanservizi.it: la piattaforma …

Ottimizzazione del temp…

Eseguiti i primi trapianti di tr…

[caption id="attachment_…

Tecnica italiana laparoscopica p…

[caption id="attachment_5…

Abbronzatura artificiale espone …

Le donne che usano abbron…

Sistema immunitario: il blocco d…

Il sistema immunitario u…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Liposuzione in versione “soft”: arriva la smartlipo, per eliminare piccole localizzazioni di grasso

Niente rischi, zero ematomi e tempi di recupero ridotti. E’ la smartlipo, la versione “soft” della liposuzione che in un’ora elimina le piccole localizzazioni di grasso. L’intervento di medicina estetica sta conquistando un posto di primo piano soprattutto in vista della bella stagione, quando si inizia a scoprire il corpo e quindi anche le imperfezioni.”La smartlipo, a differenza della liposuzione, non comporta un intervento chirurgico vero e proprio e ha dei tempi di recupero estremamente ridotti”, ha spiegato Patrizia Gilardino, chirurgo estetico di Milano, socio Aicpe e Sicpre.
“Si rivela estremamente utile per rimuovere concentrazioni di adipBack Area - Liposuctione localizzate, ad esempio su cosce, pancia, ginocchia e anche sul viso, per il doppio mento”, ha aggiunto. Quando invece gli accumuli sono eccesivi, ci vuole il bisturi, e quindi la liposuzione. Come precisa Gilardino: “Permette di rimodellare le linee del corpo eliminando le piccole concentrazioni di grasso. Per esempio, la smartlipo e’ indicata per eliminare le culotte de cheval, ovvero per togliere quei cuscinetti che si formano tra gluteo e coscia e che sono particolarmente difficili da eliminare, persino con una costante e mirata attivita’ fisica. Ma anche, e’ utile per ridurre sensibilmente il giro vita e la cosiddetta pancetta che, secondo quanto osservo dal mio studio, tanto da’ fastidio ai quarantenni.


Si arriva a poter intervenire anche sulle ginocchia e persino nella eliminazione del doppio mento”.Il termine “smart” indica un approccio particolarmente agevole per i pazienti. “La smartlipo di ultima generazione e’ un’evoluzione della tradizionale laserlipolisi: alla base c’e’ sempre la tecnologia laser, ma vengono utilizzate delle micro cannule piu’ sottili che comportano anche dei minori traumi e tempi di recupero piu’ rapidi, oltre ad una migliore uniformita’ dell’intervento”, ha aggiunto. Nello specifico, il trattamento prevede l’utilizzo di un laser che cancella i cuscinetti di grasso: l’energia prodotta “scalda” la pelle dall’interno e non solamente colpisce, eliminandolo, il tessuto adiposo in eccesso, ma anche stimola la produzione di collagene, quindi un ringiovanimento generale della cute. Come spiega la dottoressa: “L’intervento si esegue ambulatorialmente in anestesia locale utilizzando una sottilissima fibra ottica che viene introdotta nel cuscinetto adiposo con uno speciale ago. La fibra ottica e’ collegata ad un laser che lisa le cellule adipose, che poi vengono riassorbite”.

Il metodo e’ atraumatico e solitamente non si formano lividi ed ecchimosi, che accompagnano invece la liposuzione. Una seduta dura, circa un’ora: il paziente puo’ lasciare l’ambulatorio subito dopo e non e’ necessario sospendere l’attivita’ lavorativa. “Unico accorgimento: tenere in compressione l’area trattata per un paio di settimane dopo il trattamento per armonizzare il risultato”, ha raccomandato Gilardino. Il costo del trattamento parte dalle 700 euro .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi