35° CONGRESSO DI ANTIBIOTICOTERA…

Al via il 35° Congresso N…

Donne e tumori: sempre più casi …

Circa 87.000 nuove diagno…

Potrebbe essere troppo testoster…

[caption id="attachment_5…

Infezioni Croniche da Papillomav…

Nuovo approccio per indiv…

Depressione perinatale: ne soffr…

In Italia, circa il 1…

Psoriasi, 73° Congresso AAD San …

Congresso AAD San Francis…

Gruppi sanguigni più a rischio i…

Ricercatori di Harvard ha…

Alzheimer: ricerca in essere, pr…

Benché la scienza abb…

Epilessia: scoperto meccanismo c…

I ricercatori del Cincin…

L'analisi della qualita' del DNA…

Per anni, i parametri sem…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una molecola chiave per il cuore dell’atleta


Il cuore risponde allo stress provocato, per esempio, dalla pressione sanguigna cronicamente alta, con un ispessimento sua parete muscolare. Nella fase avanzata di questa condizione, conosciuta come ‘cuore d’atleta’, aumenta il rischio dell’insufficienza cardiaca. rhogefGli scienziati del Max Planck Institute for Heart and Lung Research sono riusciti a identificare una molecola chiave, indicata dalla sigla RhoGEF12, che svolge un ruolo cruciale nella cascata di segnalazioni molecolari responsabili di questa crescita anomala delle pareti. Inoltre, gli scienziati sono riusciti a ottenere una contrazione significativa del processo di ispessimento della parete cardiaca in esperimenti su animali e a ridurre parzialmente l’ispessimento gia’ esistente. Gli scienziati hanno compiuto esperimenti su topi in cui l’aorta era stata artificialmente ristretta, il che aveva innescato lo sviluppo dell’ipertropia cardiaca.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x