Mastoplastica per fini estetici:…

[caption id="attachment_8…

L'EMEA approva il sildenafil (so…

[caption id="attachment_5…

L’Azienda Ospedaliera San Camill…

Roma, 9 settembre 2010 – …

Cancro al cervello nei bambini: …

Ricercatori dell'Accademi…

[Cordis] Discriminazioni di eta'…

[caption id="attachment_6…

HIV: vaccino testato su scimmie …

Ricercatori della Oregon …

Il farmaco sperimentale faldapre…

Boehringer Ingelheim annu…

Cancro ai testicoli: scoperto in…

Scoperto un interrut…

Infiammazione organica nei primi…

Un’infiammazione organica…

Dipendenza da eroina e oppiacei:…

Una sola iniezione al mes…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una molecola chiave per il cuore dell’atleta


Il cuore risponde allo stress provocato, per esempio, dalla pressione sanguigna cronicamente alta, con un ispessimento sua parete muscolare. Nella fase avanzata di questa condizione, conosciuta come ‘cuore d’atleta’, aumenta il rischio dell’insufficienza cardiaca. rhogefGli scienziati del Max Planck Institute for Heart and Lung Research sono riusciti a identificare una molecola chiave, indicata dalla sigla RhoGEF12, che svolge un ruolo cruciale nella cascata di segnalazioni molecolari responsabili di questa crescita anomala delle pareti. Inoltre, gli scienziati sono riusciti a ottenere una contrazione significativa del processo di ispessimento della parete cardiaca in esperimenti su animali e a ridurre parzialmente l’ispessimento gia’ esistente. Gli scienziati hanno compiuto esperimenti su topi in cui l’aorta era stata artificialmente ristretta, il che aveva innescato lo sviluppo dell’ipertropia cardiaca.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi