Alti livelli di uno specifico or…

Alti livelli di uno speci…

Nei laboratori del Cardarelli pr…

[caption id="attachment_8…

CNR: un microchip organico per r…

Una ricerca del Cnr p…

Osservatorio oncogeriatrico: per…

La vecchiaia inizia a 70 …

HPV: nuovo test aiuta a predire …

Sviluppato un test del sa…

Genova, convegno internazionale …

[caption id="attachme…

Leucemia linfocitica: si accendo…

[caption id="attachment_9…

Dal 1° luglio 2013 Merck Serono …

Roma, 9 settembre 2013 – …

L'appendice ha un ruolo adesso b…

È riserva dei batteri buo…

Bilirubina nel sangue: test rapi…

Un test rapido per la det…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cervello: scoperta l’area che fa…invecchiare


Gli scienziati dell’Albert Einstein College of Medicine hanno individuato la regione cerebrale che controlla l’invecchiamento. Come si legge su Nature, l’ipotalamo, area del cervello che controlla per esempio la fame, la sete, la temperatura del corpo e l’affaticamento, potrebbe controllare anche il declino del corpo del tempo.cervello “Gli scienziati si sono chiesti da lungo tempo se l’invecchiamento avvenisse in modo indipendente nei vari tessuti del corpo o se potesse essere attivamente regolato da un organo del corpo. Dal nostro studio appare chiaro che molti aspetti dell’invecchiamento sono controllati dall’ipotalamo”, ha spiegato Dongsheng Cai, fra gli autori della ricerca. Studiando i topi, gli scienziati hanno scoperto che l’attivazione di un certo processo proteico nell’ipotalamo accelerava significativamente l’invecchiamento, secondo vari test psicologici, cognitivi e comportamentali: si riduceva la forza e la taglia dei muscoli, lo spessore della pelle e la loro capacita’ di apprendimento.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

[…] Cervello: scoperta l’area che fa…invecchiare […]

Archivi

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x