Fertilità, un bene da conservare…

Napoli, 16 dicembre 201…

Molteni Farmaceutici: 120 anni d…

Si apre la settimana di…

Stipsi cronica: una malattia che…

Presentati a Milano i r…

Basalioma: il tumore di chi sta …

In genere il carcinoma si…

Scoperte nuove cellule del siste…

Scoperta un nuovo gruppo …

La chirurgia tra tecniche sempre…

Centinaia di chirurghi da…

Malattia umana di un organo ricr…

I ricercatori dell'Univer…

Fumo in gravidanza: aumenta le p…

Una situazione di stress …

Lupus eritematoso - Alcuni fatto…

[caption id="attachme…

Da allevamenti cinesi arrivano s…

L'uso incontrollato di an…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cervello: un farmaco in grado di prevenire invecchiamento cerebrale


I ricercatori del Massachusetts Institute of Technology hanno scoperto un modo per riprodurre il benefico effetto della restrizione calorica sull’invecchiamento del cervello mediante un farmaco. Si sa che una riduzione drastica di oltre il 40 per cento di calorie, nella propria alimentazione potrebbe rallentare l’invecchiamento delle cellule cerebrali. Nel nuovo studio, gli scienziati hanno esplorato il processo secondo cui il taglio delle calorie influiva sulle cellule del cervello di alcuni topolini.brain-cells_4 La riduzione calorica del 30 per cento aumentava i livelli di un enzima che ritardava la perdita dei neuroni che accompagna il declino senile. Nutrendo i topi in modo normale e fornendo loro un farmaco che riproducesse questo processo, gli scienziati sono riusciti a ottenere un miglior funzionamento delle cellule del cervello e migliori risultati nei test cognitivi, rispetto ai topi sottoposti a restrizioni caloriche.
Come si legge sul ‘Journal of Neuroscience’, e’ la prima dimostrazione di una molecola sintetica che riproduce i benefici cerebrali della restrizione calorica.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x