Ictus: in arrivo nuovi farmaci e…

Stanno per arrivare a…

Chip terapeutici, che si dissolv…

Costruiti con componenti …

Bayer “reinventa” Aspirina contr…

Dalla ricerca Bayer arriv…

8° Congresso Nazionale Associazi…

· Aumento incidenza …

Mamma, vado all’asilo. Tutti i c…

Decidere di mandare un ba…

Lo sviluppo sociale dei neonati …

Accarezzare gentilmente u…

Linee di condotta per la profila…

Roma, 26 novembre 2013 –…

La strana correlazione tra anore…

Le ragazze con anores…

Schizofrenia: la fondata efficac…

Un nuovo studio pubblicat…

CNR: spirometria, confermato il …

Lo screening precoce sui …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Parkinson: prevenirlo mangiando peperoni


Una nuova ricerca mostra che le Solanaceae, una famiglia di piante da fiore con qualche specie che produce frutti edibili che sono una fonte di nicotina, potrebbero avere un effetto protettivo contro il Parkinson. Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista Annals of Neurology ed e’ opera della University of Washington di Seattle.parkinson La ricerca suggerisce che mangiare cibi che contengono una piccola quantita’ di nicotina, come peperoni e pomodori, potrebbe ridurre il rischio i sviluppare questa malattia. Dallo studio e’ emerso che il consumo di vegetali, in generale, non incide sul rischio di Parkinson mentre un aumento di consumo delle Solanaceae lo diminuisce. In particolare nel caso dei peperoni e soprattutto in quelle persone che non hanno mai assunto tabacco, perche’ contiene meno nicotina rispetto ai cibi considerati.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi