Alti livelli di uno specifico or…

Alti livelli di uno speci…

Nei laboratori del Cardarelli pr…

[caption id="attachment_8…

CNR: un microchip organico per r…

Una ricerca del Cnr p…

Osservatorio oncogeriatrico: per…

La vecchiaia inizia a 70 …

HPV: nuovo test aiuta a predire …

Sviluppato un test del sa…

Genova, convegno internazionale …

[caption id="attachme…

Leucemia linfocitica: si accendo…

[caption id="attachment_9…

Dal 1° luglio 2013 Merck Serono …

Roma, 9 settembre 2013 – …

L'appendice ha un ruolo adesso b…

È riserva dei batteri buo…

Bilirubina nel sangue: test rapi…

Un test rapido per la det…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Parkinson: prevenirlo mangiando peperoni


Una nuova ricerca mostra che le Solanaceae, una famiglia di piante da fiore con qualche specie che produce frutti edibili che sono una fonte di nicotina, potrebbero avere un effetto protettivo contro il Parkinson. Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista Annals of Neurology ed e’ opera della University of Washington di Seattle.parkinson La ricerca suggerisce che mangiare cibi che contengono una piccola quantita’ di nicotina, come peperoni e pomodori, potrebbe ridurre il rischio i sviluppare questa malattia. Dallo studio e’ emerso che il consumo di vegetali, in generale, non incide sul rischio di Parkinson mentre un aumento di consumo delle Solanaceae lo diminuisce. In particolare nel caso dei peperoni e soprattutto in quelle persone che non hanno mai assunto tabacco, perche’ contiene meno nicotina rispetto ai cibi considerati.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x