IRCCS S. Raffaele: Cellule stami…

Un'equipe di ricercatori …

Tessuto osseo, ottenuto da cellu…

Scienziati del Biomed…

GE HEALTHCARE PRESENTA LE NUOVE …

La divisione medicale di …

Parte da Ancona il tour teatrale…

6 novembre 2014 Teatro …

Epilessia: uno stimolatore elett…

Uno stimolatore elettrico…

Batteri per emanare odori biopro…

SAN FRANCISCO - Il profum…

Tumore al seno: cure mirate con …

Il tumore al seno colpisc…

Il controllo della chiralità con…

Un esperimento ha permess…

Commozione cerebrale: pressoché …

Puo' un integratore alime…

Rachitismo: nella forma comune m…

Un nuovo studio della …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Parkinson: in una crema antirughe potrebbe nascondersi la molecola che lo contrasta


Un nuovo trattamento contro il Parkinson potrebbe essere nascosto nelle creme antirughe. A metterlo in evidenza è uno studio pubblicato su Cell da un gruppo di studiosi statunitensi dell’Università della California di San Francisco.  La ricerca, partita nel 2004 su una famiglia italiana caratterizzata da diversi casi della malattia, ha messo in evidenza che ciò che rendeva questa patologia ereditaria era la mutazione della proteina Pink1 e che l’attività di questa proteina mutata può essere inibita dalla chinetina, un fitormone utilizzato per la preparazione di molte creme antirughe capace di rallentare la progressiva degenerazione delle cellule cerebrali.

Per ora gli esperimenti sono stati condotti solo in laboratorio: il prossimo passo sarà, spiega Kevan Shokat, primo autore della ricerca, la sperimentazione sugli animali.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi