Diabete: nuovo device portatile …

Un dispositivo portat…

Glicemia: dispositivo in aiuto d…

Le persone con diabete po…

Speranze dal primo trapianto di …

[caption id="attachment_6…

Ratto robot con i baffi dà nuovo…

[caption id="attachment_1…

Nasce il Network GPS Genitori, P…

A breve sarà disponibil…

Cancro del colon-retto: un test …

Un test da fare a casa, m…

Approvato negli USA un nuovo far…

La Food and Drug Administ…

Janssen italia si fa social: nas…

Cologno Monzese, 24 Lugli…

L’EMA approva la nuova terapia c…

L’EMA approva l’assoc…

Nuove Soluzioni Gestionali In Ne…

Creazione di sinergie tra…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Diabete: individuato un biomarker per identificare il rischio del tipo 2


Un gruppo di ricercatori ha identificato un metabolite che potrebbe essere utile come biomarcatore per il rischio diabete. Lo studio e’ stato pubblicato sul Journal of Clinical Investigation e portato a termine da Robert Gerszten e colleghi del Massachusetts General Hospital.     Il diabete di tipo 2 e’ la forma piu’ comune di diabete ed e’ associato a molte complicazioni. Questa patologia si puo’ prevenire tramite controllo del peso e esercizio fisico: tuttavia, molte persone non sanno di essere a rischio e non correggono opportunamente il loro stile di vita. Ora gli scienziati hanno identificato il metabolite acido 2-aminoadipico (2-AAA) come biomarcatore per il rischio diabete. Gli individui con elevati livelli di 2-AAA avevano un maggior rischio di sviluppare il diabete rispetto agli altri.

Gli studiosi hanno trovato che questo metabolite era presente in individui a rischio oltre 12 anni prima della comparsa dei primi sintomi del diabete di tipo 2. Inoltre, aggiungendo il 2-AAA alle cellule di isole pancreatiche di topi e umani si rinforzava la produzione di insulina.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x