Dal 30 aprile al 3 maggio Napoli…

Il capoluogo campano ospi…

La FDA si pronuncia, con limitaz…

[caption id="attachment_5…

I ricercatori di Graz: l’attivit…

Un recente studio dei ri…

Da enzima digestivo ad arma vele…

In un toporagno e in una …

Staminali pluripotenti: non poss…

[caption id="attachment_7…

Caffe': ottimo alleato del fegat…

[caption id="attachment…

Brachiterapia efficace contro ca…

La brachiterapia e' solit…

Congresso AASLD - COMUNICATO BOE…

Il trattamento+ orale per…

Cancro ai testicoli: scoperto in…

Scoperto un interrut…

Alec Jeffreys e il gene 'folle' …

[caption id="attachment_9…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

AIDS: crescono di un terzo i casi tra adolescenti.

Negli ultimi dieci anni e’ cresciuto di un terzo il numero degli adolescenti che in tutto il mondo ha contratto il virus dell’Hiv.


Lo ha reso noto l’Organizzazione Mondiale della Sanita’, accusando le mancanze dei programmi di assistenza. ”Oltre due milioni di adolescenti di eta’ fra i 10 e i 19 anni vivono oggi con l’Hiv”, il 33% in piu’ rispetto al 2001, scrive l’Oms. ”Molti di loro non ricevono ne’ cure ne’ assistenza”. Nella regione del mondo piu’ colpita dall’Aids, l’Africa sub-sahariana, la maggior parte degli adolescenti colpiti sono ragazze che hanno avuto rapporti sessuali non protetti, spesso sotto costrizione. HIVIn Asia, al contrario, i piu’ colpiti sono i giovani tossicodipendenti. Dai dati dell’Oms, emerge inoltre che nel 2005 morirono 70 mila adolescenti di Aids, un numero salito a 104 mila sette anni piu’ tardi, anche se il numero dei decessi globali e’ sceso dai 2,3 milioni del 2005 agli 1,6 milioni del 2012.

Fra le misure richieste dall’agenzia saniatria dell’Onu, c’e’ la cancellazione dell’obbligo di permesso dei genitori per sottoporre un minore al test. Nell’Africa sub-sahariana si stima che solo il 10-15% dei giovani colpiti dal virus sia a conoscenza del suo stato.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi