Lesioni midollo spinale: ottimi …

[caption id="attachment_7…

Salute - Cittadinanzattiva: repa…

Il servizio di terapia d…

Paralisi facciale: le emicranie …

L'emicrania puo' raddoppi…

Epilessia: i consigli della LICE…

Roma, 18 dicembre 201…

Ipotiroidismo: coinvolti un ital…

Solo 1 italiano su 5 sa c…

Enzima-terapia per combattere l'…

[caption id="attachment_5…

Umore migliore con nuovi neuroni

La neurogenesi nell'adult…

Delusioni amorose: esseri umani …

Gli esseri umani sono pro…

Peperoncino: sequenziato il geno…

Lo studio, opera di un te…

Body Worlds: in autunno arriva a…

Gunther von Hagens’BODY W…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Troppa televisione, in età pediatrica, rallenta lo sviluppo cognitivo dei bambini

I bambini in eta’ prescolare che hanno una tv nella loro stanza e sono esposti a molta televisione, anche in ‘sottofondo’, potrebbero vedere indebolita la loro capacita’ di comprendere i desideri e le credenze delle altre persone.


A dirlo, uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Communication, condotto da Amy Nathanson e colleghi ella Ohio State University, secondo cui troppa tv influisce sullo sviluppo cognitivo dei bimbi.   Per arrivare a queste conclusioni gli scienziati hanno condotto test e interviste su 107 bambini, e rispettivi genitori, per determinare la relazione fra l’esposizione pre-scolare alla televisione e la comprensione dei bambini degli stati mentali altrui, come i loro sentimenti, le cose in cui credevano, le intenzioni. Ai genitori e’ stato chiesto di riferire il numero di ore in cui il bambino era esposto alla tv, incluse quelle di sottofondo. Avere una tv in camera e essere piu’ esposti alla tv in sottofondo era collegato a una minore comprensione degli stati mentali. Una condizione che, tuttavia, poteva essere notevolmente migliorata se i genitori parlavano con i bambini dei programmi televisivi .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi