Spesa farmaceutica: non c’è equi…

Roma, 8 gennaio 2016 – “N…

Contraccettivi ormonali ma non o…

Contraccettivi ormonali n…

Un corso ECM FAD perché il farma…

Roma, 4 novembre 2014- E’…

Ebola: anticorpo sviluppato in l…

Scoperta una proteina rec…

Scoperta funzione antitumorale d…

Scoperta funzione antitum…

La cultura "di ferro" anti-anemi…

Le ragazze italiane a…

Equivalenti leva fondamentale pe…

La relazione annuale dell…

Il segreto della resistenza dell…

Secondo lo studio, sarebb…

Insufficienza pancreatica esocri…

[caption id="attachment_7…

Le centraline energetiche delle …

Nuove prove speriment…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Troppa televisione, in età pediatrica, rallenta lo sviluppo cognitivo dei bambini

I bambini in eta’ prescolare che hanno una tv nella loro stanza e sono esposti a molta televisione, anche in ‘sottofondo’, potrebbero vedere indebolita la loro capacita’ di comprendere i desideri e le credenze delle altre persone.


A dirlo, uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Communication, condotto da Amy Nathanson e colleghi ella Ohio State University, secondo cui troppa tv influisce sullo sviluppo cognitivo dei bimbi.   Per arrivare a queste conclusioni gli scienziati hanno condotto test e interviste su 107 bambini, e rispettivi genitori, per determinare la relazione fra l’esposizione pre-scolare alla televisione e la comprensione dei bambini degli stati mentali altrui, come i loro sentimenti, le cose in cui credevano, le intenzioni. Ai genitori e’ stato chiesto di riferire il numero di ore in cui il bambino era esposto alla tv, incluse quelle di sottofondo. Avere una tv in camera e essere piu’ esposti alla tv in sottofondo era collegato a una minore comprensione degli stati mentali. Una condizione che, tuttavia, poteva essere notevolmente migliorata se i genitori parlavano con i bambini dei programmi televisivi .

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!