L'impatto dell'epigenetica sui d…

Le malattie neuropsichiat…

I risultati del primo studio di …

[caption id="attachment_1…

“Minori Fuori Famiglia”: prima a…

I dati presentati a Roma …

Lupus eritematoso - Alcuni fatto…

[caption id="attachme…

Rigenerazione dei nervi: scopert…

Identificata un'unica mol…

Incontro con i nuovi titolari: …

FEDERFARMA TORINO ASSO…

Il Pacemaker più piccolo del mon…

[caption id="attachment_1…

Fidia Farmaceutici fra gli spons…

Abano Terme, 29 Aprile 20…

Il Senato approva il DdL Lorenzi…

Roma, 24 maggio 2016 – “V…

Nasce Medtronic Hospital Solutio…

Firmati i primi contratti…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Autismo e flora intestinale: la “strana” connessione

Molte persone affetti da disordine dello spettro autistico presentano anche problemi gastrointestinali.


Un gruppo di scienziati del California Institute Technology ha pensato di sfruttare questa circostanza e sviluppare una terapia per autismo e altri disordini del neurosviluppo che coinvolgesse i batteri intestinali. autismoCome si legge sula rivista Cell, gli scienziati hanno dimostrato per la prima volta che cambiamenti nella flora intestinale di alcuni topolini possono influenzare comportamenti simili a quelli dell’autismo umano. Alcuni topolini che riproducevano un modello autistico soffrivano anche di permeabilita’ intestinale.

Gli scienziati hanno trattato questi animali con Bacteroides fragilis, un batterio usato per terapie probiotiche in modelli animali di malattie gastrointestinali. Corretto il problema intestinale, i topi hanno mostrato cambiamenti comportamentali: in particolare, era piu’ probabile che comunicassero con altri topi, che fossero meno ansiosi ed era meno probabile che indulgessero nel comportamento ripetitivo.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x