Nuovo metodo per mappare le prot…

Dopo la mappatura del gen…

Sindrome di Fabry: verso una cur…

Il gene difettoso che imp…

“Minori Fuori Famiglia”: prima a…

I dati presentati a Roma …

Chirurgia: valutare l’innovazion…

Nel corso del Convegno “S…

Melanoma o vitiligine: quello ch…

Chi ha gli occhi azzurri …

Il Governo Monti dice 'no' ai ri…

Roma, 21 dicembre 2012. R…

[ADUC] Staminali e midollo spina…

[caption id="attachment_6…

Vitamina C: ottima come deterren…

Gli effetti nocivi dell’i…

“Adherence to treatment in chron…

Roma, 5 aprile 2013 – Cir…

Donna tetraplegica riesce a coma…

Tetraplegica da 13 anni è…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ictus: doppia l’incidenza nei soggetti che russano forte

Chi russa forte al doppio delle probabilita’ di subire un ictus fatale rispetto a chi dorme “pacificamente”. Inoltre, russare in modo pesante aumenta dell’80 per cento il rischio di sviluppare malattie cardiache.

LO ha scoperto uno studio della Shandong University (Cina), pubblicato sulla rivista International Journal of Cardiology.
(I ricercatori hanno analizzato i dati di 12 studi precedenti che hanno coinvolto un totale di 25mila persone. E hanno trovato che i russatori forte sono piu’ a rischio ictus e infarto. Secondo gli studiosi, il problema deriva dalle interruzioni di respirazione costanti durante il sonno.ictus_ischemia Chi russa forte infatti spesso soffre di apnea del sonno, che consiste nell’interruzione della respirazione per qualche secondo. Ma il rischio ictus e infarto aumentato potrebbe anche essere dovuto, secondo i ricercatori, al fatto che la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna vengono ripetutamente scosse bruscamente durante il sonno profondo

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi